Seguici su

Cerca nel sito

Autostrada Roma-Latina, verso la firma del protocollo d’intesa foto

Un accordo tra associazioni di categoria e sindacati per promuovere la realizzazione della Roma-Latina.

Latina – Sarà un San Valentino fondamentale per Latina: previsto per il 14 febbraio un accordo di sostegno per l’autostrada Roma-Latina, progetto che è in cantiere da ormai oltre 10 anni.

Un accordo multilaterale

Saranno presenti Unindustria Latina Giorgio Klinger, Pierantonio Palluzzi presidente di Ance Latina, Casartigiani Latina rappresentata dal Direttore Enzo Vaccarella, Cna Latina rappresentata dal presidente Roberta d’Annibale, Coldiretti rappresentata dal presidente Carlo Crocetti, Confagricoltura Latina rappresentata dal presidente Adelino Lesti, Confartigianato Latina rappresentata dal presidente Riccardo Castelli, Confcommercio Lazio sud rappresentata dal vice presidente vicario Italo Di Cocco, Confcooperative Lazio sud rappresentata dal presidente Edgardo Bellezza, Federlazio rappresentata dal presidente Giampaolo Olivetti, Ucid gruppo regionale Lazio rappresentata dal presidente Riccardo Pedrizzi.

Non mancheranno le organizzazioni sindacali provinciali: Cgil Frosinone e Latina con il segretario generale Anselmo Briganti, Cisl Latina con il  segretario generale Roberto Cecere, Uil Latina con il segretario generale Luigi Garullo e Federmanager Latina rappresentata dal presidente Giorgio Genga.

“Un’opportunità per ripensare al territorio della provincia pontina”: questa la convinzione alla base del protocollo d’intesa volto a promuovere la realizzazione della Roma-Latina e della Cisterna-Valmontone.

Una svolta nel progetto

Come si ricorderà, la storia della Roma-Latina è stata travagliata. Il progetto definitivo per circa tre miliardi di euro inseriti nella costruzione del Corridoio tirrenico è stato approvato nel 2014 e nel luglio 2016 è stata aggiudicata in via definitiva la gara d’appalto ad un Consorzio d’imprese italo spagnole, oggetto di un immediato ricorso al Tar che, nel marzo 2017, ne ha convalidato l’assegnazione.

Dopo una serie di ritardi da parte delle istituzioni e grazie al grande sprone della Cisl, finalmente la svolta il 14 febbraio. Tuttavia, l’epilogo finale ci sarà il 16 aprile poiché si pronuncerà il Consiglio di Stato per sancirne la definitiva realizzazione.

“Il lavoro fatto in questi mesi è andato nella giusta direzione, – commenta Roberto Cecere – visto che a distanza di tempo, anche gli altri sono diventati nostri compagni di viaggio. Passo dopo passo, la Cisl unisce e insieme centreremo l’obiettivo. Siamo stati i primi a sollecitare le istituzioni con ben due presidi a Borgo Piave il 26 giugno e successivamente il 28 novembre 2017 che ha visto la partecipazione di numerosi politici.

La Cisl è stata sempre in prima fila, – conclude il Segretario generale della Cisl Latina – battendosi affinché questa importante infrastruttura possa generare nuovi posti di lavoro e migliorare la viabilità tra la capitale e il capoluogo pontino”.

(Il Faro on line)