Seguici su

Cerca nel sito

PyeongChang 2018, collaborazione Coni-Spallanzani per la tutela della squadra olimpica azzurra in Sud Corea

Firmato protocollo per prevenzione e controllo delle patologie infettive e tropicali ai Giochi Olimpici Invernali. Teleconsulto, controlli ambulatoriali di approfondimento e vademecum per la delegazione italiana

Il Faro on line – Il Coni, attraverso l’Istituto di Medicina e Scienza della Sport, e l’INMIL. Spallanzani” hanno siglato un protocollo di collaborazione che prevede una serie di azioni volte a valutare i rischi di infezione per gli atleti che partecipano ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang, pianificare gli interventi di prevenzione, pianificare la gestione di eventuali situazioni a rischio di infezione.

Questo accordo consolida il rapporto tra il Coni e L’Inmi che già̀ in passato hanno collaborato in iniziative di prevenzione in occasione di grandi eventi sportivi in Italia ed all’estero. Il modello che Coni ed Inmi hanno sviluppato per le passate Olimpiadi di Rio 2016 è in perfetta linea con le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e del Centro Europeo per il controllo delle malattie: monitoraggio anche dopo il ritorno degli atleti, un percorso individualizzato, la pianificazione di controlli ambulatoriali tempestivi e prestazioni di diagnosi e cura eventualmente necessari, la consulenza specialistica h24 attraverso un servizio di teleconsulto dedicato.

L’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “L. Spallanzani” si conferma ancora una volta come struttura in grado di affrontare tutti gli aspetti delle malattie infettive grazie al lavoro dei professionisti sanitari e dei ricercatori impiegati nella struttura che consente di offrire velocemente alle Istituzioni, in questo caso al Coni, il necessario contributo scientifico e culturale.