Seguici su

Cerca nel sito

Trastevere dimezzato cede nel derby capitolino, 3 a 0 con la Lupa Roma

Defezioni importanti nella squadra amaranto. Infortuni e influenza costringono Gardini ad una formazione di emergenza. Al Francesca Gianni passano i padroni di casa

Il Faro on line – Un Trastevere che non riesce a finalizzare, ma non certo in difficoltà, quello che si è visto al “Francesca Gianni“.

La squadra del Rione è scesa in campo dimezzata contro la Lupa Roma: 8 le assenze per infortunio che hanno deciso il derby capitolino. Lunga la lista degli amaranto costretti allo stop: Capitan Martorelli, Mastromattei, Panico, Cardillo, Pucino, Vendetti, Donati e Lorusso, quest’ultimo per un’influenza dell’ultima ora.

La prima mezzora di gioco passa tra un paio di calci d’angolo e qualche punizione per entrambe le compagini che non hanno però creato spunti veramente pericolosi.

Degna di nota l’azione nata al 22′ dalla punizione calciata da Riccucci che vede Larosa provarci con tutte le intenzioni, ma concludendo poco sopra la traversa dei padroni di casa.

Al 30′ sembrava arrivare la svolta: Neri cerca la porta con una plastica rovesciata, ma trova il muro della difesa avversaria; ci riprova Riccucci, ma sarà Santarelli ad avere la meglio e ad allontanarsi dalla propria area con il pallone ai piedi.

È al 33′ che la partita prende un’altra piega con il gol del vantaggio della Lupa Roma ad opera di Ansini.

Reagisce subito il Trastevere che mette in atto una sassaiola all’indirizzo di Lazzari, ma il primo tempo si chiude sull’1-0.

La seconda frazione vedrà un Trastevere instancabile che non smette fino alla fine di cercare il gol.

Al 7′ Lazzari è costretto ad una parata in extremis dopo uno scambio quasi perfetto Sfanò-Druschky, ma all’11’, sfruttando il lunghissimo rinvio di Montesi, Svidercoschi insacca la palla davanti ad un impotente Sottoriva.

Continua il pressing del Trastevere che imposta buone azioni, senza arrivare a rete. Al 27′ un pulito e potente tiro centrale di Riccucci, al 28′ Cotani e al 29′ Druschky, ma Lazzari non lascia mai passare. L’estremo difensore della squadra di casa non cede neanche di fronte al tentativo di Barbarossa che al 37′ gestisce perfettamente l’assist di Druschky.

I leoni si piegano definitivamente al 43′ quando subiscono il terzo gol dal dischetto firmato Campelli.

Il Vicepresidente Bruno D’Alessio: “È stata una partita complicata dai tantissimi infortuni, ultimo quello di Lorusso, influenzato. Hanno giocato tanti bravi under, ma per molti era la prima volta insieme. La speranza è quella di riprendersi da questa brutta giornata cercando di rimettere in campo i tanti nostri fiori all’occhiello che finora hanno scritto l’andamento della stagione”.

Lupa Roma

Lazzari, Balzano, Montesi, Bozzi (13′ st Campelli), Piva, Pedrazzini, Ansini, Santarelli (24′ st Labate), Svidercoschi (44′ st Frattesi), Loglio (29′ st Volponi), Piano (1′ st Testa). A disp. Proietti, Bianchi, Tomaselli, Locci. All. Angelo Quinzi.

Trastevere

Sottoriva, Giannone, Scaglietta, Fatati, Sfanò, Barbarossa, Riccucci, Chinappi (18′ st Cotani), Druschky, Neri (7′ st Bernardotto), Larosa. A disp. Caruso, Maresca, Pecci, Campori, Carli, Vassallo, Cipriani. All. Aldo Gardini.

Arbitro: Sig. Votta (Moliterno)

Assistenti: Sig. Palla (Catania) e sig. Fusari (Catania)

Marcatori: 33′ pt Ansini (L), 11′ st Svidercoschi (L) e 43′ st Campelli rig. (L)

Note

Ammoniti: Bozzi (21′ pt), Fatati (35′ pt), Piano (40′ pt), Montesi (26′ st), Barbarossa (35′ st)

Espulsi:

Recupero: 1′ pt; 5′ st.