Seguici su

Cerca nel sito

Degrado alle case popolari di Ostia, l’interrogazione urgente al ministro Minniti foto

L'interrogazione dell'on. Menorello denuncia i gravi rischi igienico-sanitari e di crolli degli stabili.

Ostia – L’onorevole Domenico Menorello, attualmente candidato per la coalizione di centrodestra sul collegio uninominale Roma 9 (Ostia-Fiumicino), denuncia il degrado delle case del comune di via Vasco de Gama a Ostia, che risultano un pericolo statico e igienico-sanitario per gli abitanti del popoloso complesso.

Dopo il sopralluogo effettuato la scorsa settimana da Menorello e Maria Cristina Masi, consigliera municipale di Forza Italia, è stato invocato l’intervento del Prefetto. Qualche giorno fa, lo scandalo del degrado di queste case è stato oggetto di servizi giornalistici televisivi e di testate nazionali.

Di fronte al protrarsi del silenzio di comune di Roma e del X municipio, il Candidato del centrodestra ha depositato un’interrogazione urgente al Ministro dell’Interno, Marco Minniti, nella quale si paventano i gravi rischi igienico-sanitari e di crolli degli stabili in oggetto, domandando al Governo un intervento immediato in sostituzione dell’inerzia delle amministrazioni ‘pentastellate’.

Il testo dell’interrogazione

“Al Ministro dell’Interno, – si legge nel documento – per sapere premesso che, a Ostia, presso le case comunali di via Vasco de’ Gama, otto famiglie risultano senza corrente da varie settimane.

“Nei garage vi sono grosse perdite dalle condotte di ‘acque nere’, che rendono impossibile una dignitosa qualità della vita: i liquami sono dappertutto, il numero dei topi è in costante aumento, il tanfo diventa ogni giorno sempre meno tollerabile.

“Le tubature – prosegue Menorello – lasciano filtrare i liquidi condotti nelle murature e nei vani sottostanti, lungo i vani scale i fili elettrici sono in più punti scoperti: appaiono conseguentemente di palese evidenza situazioni di pericolo per l’incolumità, la sicurezza, nonché la salute dei cittadini e l’ambiente.

“I cornicioni delle case popolari sono pericolanti: alcuni calcinacci sono caduti da diversi giorni e l’amministrazione comunale si è limitata esclusivamente a disporre il transennamento della zona interessata, senza provvedere in maniera rapida ed efficace. Una siffatta situazione appare non solo insostenibile, ma persino paradossale, considerando che l’ufficio di igiene pubblica risiede proprio nei vani condominiali degli edifici suddetti.

Se intenda intervenire immediatamente, – conclude l’Onorevole – anche tramite il prefetto di Roma, al fine di adottare in tempi rapidi tutte le misure necessarie a tutela della sicurezza del comune di Ostia, nonché della grave situazione di pericolo igienico – sanitario descritta in premessa”.

(Il Faro on line)