Seguici su

Cerca nel sito

Roma, sala scommesse trasformata in piazza di spaccio in ‘stile Gomorra’, dipendente arrestato

Un via vai di persone nelle ore notturne ha insospettito la Polizia.

Roma – Telecamere di videosorveglianza esterne, porte blindate con apertura elettronica azionata dall’interno, e persino due statue dorate raffiguranti leoni ai lati dell’ingresso oltre a un particolare che, su tutti, ha insospettito i poliziotti: il via vai di persone nelle ore notturne che, per entrare, dovevano citofonare. Una sala giochi in zona Roma Est trasformata in “piazza di spaccio” in perfetto stile “Gomorra”.

La Polizia di Stato del commissariato Prenestino ha effettuato diversi servizi di osservazione fino a ricostruire il modus operandi: gli spacciatori all’interno si alternavano con turni garantendo, con orario continuato h24, il rifornimento della droga per tutti i “clienti”; l’ingresso, sorvegliato e protetto serviva per evitare “visite inaspettate”.inv2

Tutti elementi che hanno consentito ai poliziotti della squadra investigativa di far scattare il blitz (e le manette a un dipendente) riuscendo ad eludere tutti i dispositivi.

Sorpreso un dipendente all’interno di una stanza adibita ad ufficio, gli agenti hanno rinvenuto su una scrivania della cocaina suddivisa in 223 involucri già pronta per essere venduta, 1455 euro in contanti ed un’agenda con nomi e cifre.

Verifiche sufficienti per mettere le manette al 26enne originario di Casablanca che dovrà rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e a porre sotto il vincolo del sequestro i locali dell’attività commerciale.