Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ecco come sarà il nuovo ponte della Scafa

Un nuovo tracciato, quattro corsie e 2100 metri di strada urbana di scorrimento.

Fiumicino – Nuovo ponte della Scafa, finalmente ci siamo. E’ stato sottoscritto infatti il contratto di affidamento della progettazione esecutiva e di esecuzione dei relativi lavori in favore del Consorzio Stabile Sinercos, vincitrice del bando d’appalto.

La comunicazione dell’affidamento della progettazione esecutivaOra tutta l’attenzione sarà concentrata sulle tempistiche di realizzazione e sull’avvio del cantiere, anche se per quest’ultima tappa ci sarà ancora da aspettare un po’. Ma come sarà questo nuovo ponte?

Sul web già circola qualche rendering della nuova struttura e un po’ di informazioni che possono contribuire a dare un’idea più chiara di come cambierà la viabilità tra Ostia e Fiumicino.

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo tratto stradale a quattro corsie per circa 2100 metri, con le caratteristiche di una strada urbana di scorrimento, cioè una strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, banchina a destra pavimentata e apposite aree o fasce laterali esterne alla carreggiata per la sosta

 

Nell’ambito del suddetto tracciato è prevista la realizzazione di un ponte di scavalco del fiume Tevere in obliquo ad arco a via superiore, vale a dire con la sede stradale posta al di sopra dell’arco stesso.

A collegarlo due viadotti di accesso, uno lato Ostia e l’altro lato nuovo tracciato ponte della scafaFiumicino, entrambi lunghi 230 m. Nella zona del territorio del comune di Roma l’asse stradale definito dalla nuova posizione del ponte si raccorderà alla viabilità esistente poco prima della via del Mare in corrispondenza dell’attuale intersezione stradale che verrà leggermente spostata dalla posizione attuale e ampliata nei raggi di curvatura.

Nel territorio del comune di Fiumicino al termine della rampa di viadotto del ponte, la strada si riconnetterà con l’attuale via dell’Aeroporto all’altezza di via Arsiero, più a valle rispetto alla sponda del Tevere.

Anche la stessa via dell’Aeroporto verrà adeguata per permettere due corsie per senso di marcia con relative banchine e marciapiedi sino al nuovo sottopasso di svincolo per l’Isola Sacra, oggi inesistente.

Saranno inoltre inseriti dei nuovi sistemi di svincoli e rampe per la connessione della viabilità principale di via dell’Aeroporto con l’area urbana dell’Isola Sacra sia in direzione Ostia che in direzione aeroporto ed in particolare con via della Scafa mediante l’inserimento di una rotatoria.

Un cambiamento davvero importante quindi quello che attende questo asse viario che rappresenta non solo il principale collegamento tra i territori di Ostia e Fiumicino, ma anche una delle vie d’accesso all’aeroporto Leonardo Da Vinci: un cambiamento che andrà a rispondere in maniera finalmente adeguata a tutte le esigenze del traffico che ogni giorno il ponte della Scafa si trova a dover sostenere.

(Fonte: Italiana Costruzioni spa)