Seguici su

Cerca nel sito

Maltempo a Roma, il Campidoglio ha impiegato 1.500 operatori e 190 mezzi in campo

Le contromisure prese dall'Amministrazione dopo che l'ondata di maltempo si è fatta sentire nella Capitale.

Roma – Contro l’ondata di maltempo che sta interessando tutta l’Italia e, in modo particolare Roma, l’Amministrazione capitolina ha messo in atto il piano per la messa in sicurezza delle strade.

L’Ufficio Stampa del Comune dirama i dati: sono circa 1.500 le operatrici e gli operatori in campo. Oltre 190 mezzi dedicati alla pulizia delle strade e allo spargimento del sale.

Oltre 400 posti in più per senza dimora attivati nelle ultime 72 ore, che si aggiungono al circuito ordinario di accoglienza e al Piano freddo.

Circa 140 interventi per rimuovere alberi e rami caduti a causa del peso della neve. Questi numeri principali del dispositivo messo in campo dal Campidoglio per rispondere all’ondata di maltempo che ha interessato Roma.

A seguito dell'”allerta meteo neve” diramata dalla Protezione civile regionale, è operativa ‘h24’, da domenica e fino a cessate esigenze, la sala del Centro operativo comunale di Roma Capitale, e sono attive le misure previste nel “Piano per rischio neve e ghiaccio” allegato all’ordinanza della Sindaca 189/2017 firmata a dicembre scorso.

Piano antineve, gli interventi nel dettaglio

Di seguito il dettaglio degli interventi effettuati nella giornata di lunedì 26 febbraio, e delle misure messe in campo:

· Spargimento sale: in corso a partire dalla scorsa notte in modo da evitare la formazione di ghiaccio sulle principali arterie cittadine. Disponibilità di oltre 1.000 tonnellate al giorno per coprire le esigenze dell’allerta prevista

· Mezzi dedicati alla rimozione della neve e del ghiaccio: oltre 190 spalaneve, bobcat, spargisale e altri mezzi

· Operatrici e operatori in campo: circa 1.500 divisi in oltre 300 squadre (Polizia locale, Dipartimento Simu – Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana di Roma Capitale, Ama, Servizio Giardini, volontariato di Protezione civile)

· Posti disponibili per senza dimora e soggetti in condizioni di fragilità: oltre 1.700 (400 in più rispetto al circuito ordinario e al Piano Freddo attivo dall’1 dicembre). Aperti locali delle stazioni ferroviarie Termini e Tiburtina con ulteriori 30 posti ciascuno, in accordo con Ferrovie dello Stato. Aperte di notte anche le stazioni delle metropolitane Flaminio, Vittorio Emanuele, Piramide e della ferrovia Roma-Lido (Stella Polare).

· Interventi su alberi: 105 interventi attivati per rimozione rami spezzati e 33 per alberi caduti, finalizzati al ripristino della viabilità. Sono in campo il Centro emergenza verde del Servizio Giardini (12 squadre) e 6 ditte incaricate di monitoraggio e manutenzione degli alberi di alto fusto.