Seguici su

Cerca nel sito

Condizioni inaccettabili per l’istituto Enrico Mattei di Cerveteri, il sindaco Pascucci scrive alla sindaca Virginia Raggi

Dopo un accurato sopralluogo l'istituto è risultato in condizioni vergognose, il sindaco Alessio Pascucci chiede interventi immediati

Cerveteri – “Saremo al fianco dei ragazzi e delle ragazze e di tutto il personale docente e non. Il diritto costituzionale allo studio va garantito in ambienti idonei, accoglienti e sicuri”.

Questo ha dichiarato il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci dopo il sopralluogo che ieri, giovedì 1 marzo, ha effettuato presso l‘istituto superiore Enrico Mattei, dopo l’invito ricevuto dai rappresentanti degli studenti che avevano anche inviato materiale fotografico per mostrare la situazione in cui versa il plesso.

Condizioni inaccettabili per l’Enrico Mattei di Cerveteri, un plesso scolastico che ogni giorno ospita più di 800 studenti. Aule, corridoi e palestre in situazioni vergognose, muffe lungo le pareti, locali con infiltrazioni di acqua piovana e umidità diffusa ovunque. È questo quello che abbiamo trovato ieri mattina nel corso di un sopralluogo congiunto con la dirigente scolastica Daniela Scaramella e i rappresentanti di istituto.

“Come tutti gli istituti superiori anche l’Enrico Mattei dipende dall’area metropolitana di Roma capitale, per questo appena tornato in ufficio ho immediatamente inviato una lettera formale alla sindaca della città metropolitana di roma capitale Virginia Raggi per chiedere un sopralluogo congiunto con i tecnici della provincia e interventi immediati alla struttura.”

Giovedì mattina una nutrita rappresentanza di studenti dell’istituto non è entrata a scuola, manifestando in maniera assolutamente pacifica e composta il proprio dissenso di fronte al plesso.

“Come noto, la struttura non rientra nella competenza del comune di Cerveteri, ma della città metropolitana – prosegue il Sindaco Alessio Pascucci – siamo pronti, nel caso in cui non avremo risposte rassicuranti e fatti concreti da parte della Sindaca Raggi, a fare anche proteste eclatanti, anche portando a Palazzo Valentini gli studenti dell’Enrico Mattei.

Nella comunicazione di oggi fatta alla Sindaca, abbiamo richiesto di fare immediatamente degli interventi per fronteggiare la situazione emergenziale del momento.

Come consigliere metropolitano e presidente della commissione bilancio della città metropolitana di Roma capitale invece, mi farò promotore di una proposta da inserire nel prossimo bilancio dell’ente metropolitano relativa ai fondi necessari per la realizzazione di lavori strutturali finalizzati a garantire la risoluzione dei problemi più volte lamentati”.

“Contestualmente – conclude Pascucci – abbiamo esortato la città metropolitana a programmare, soprattutto nei giorni in cui sono previsti forti cali della temperatura, l’accensione con ampio anticipo rispetto all’inizio delle lezioni dell’impianto di riscaldamento del plesso al fine di garantire una temperatura quanto più possibile gradevole per studenti, docenti e personale”.

“La situazione dell’edilizia scolastica negli istituti superiori negli ultimi anni è diventata sempre più critica anche per gli effetti della Legge Del Rio sull’abolizione delle province – conclude Alessio Pascucci – questo passaggio formale dalle province alle aree metropolitane è stato accompagnato da un pesantissimo taglio dei finanziamenti a questi stessi enti, pur mantenendo le stesse competenze: la manutenzione di 135 mila chilometri di strade e, appunto, la gestione di 6 mila scuole. È inammissibile che il governo centrale continui a tagliare risorse agli enti”.

(IlFaro on line)