Seguici su

Cerca nel sito

Lettere al direttore

#Fiumicino2018, la prossima campagna elettorale sia sui programmi e non sullo scontro

"La gente è stufa delle urla ha bisogno almeno di sognare una città diversa."

Buonasera direttore, finita la peggiore campagna elettorale , che non sembravano comizi elettorali ma sembrava di essere al mercato : all’elettore veniva proposta la miglior offerta,reddito di cittadinanza, flax tax,ecc più si avvicinava il giorno del voto e più ti veniva proposto.

Fra qualche settimana la campagna elettorale comunale entrerà nel vivo e spero che non vedremo la solita campagna elettorale fatta di insinuazioni o attacchi personali ma bensi una discussione politica vera,concreta , fatta di idee e di modi diversi di vedere la città.

Basta con i soliti slogan “cinque anni fa, dieci anni fa..” oppure “siete ladri..avete gestito male la cosa pubblica” ma spero che i candidati si confrontino su idee concrete di come vogliono trasformare Fiumicino nei prossimi 5 anni.idee concrete.

Giovani disoccupati come me vorrebbero sapere quale sarà il piano locale per creare nuovi posti di lavoro, vedi turismo, investimento giovani imprenditoria,agricoltura e non il solito aeroporto che oltre a creare oramai lavoratori sottopagati non crea più professionalità come vent’anni fa.

Spero che la nostra classe dirigente politica locale che ha l’ambizione di governare questo comune faccia il salto di qualità e passi da essere i solito urlatori , i soliti attacchi o denunce a proporre una idea di Città diversa.. La gente è stufa delle urla ha bisogno almeno di sognare una città diversa.