Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Luca Fanco, ‘il Sindaco di Ardea ha mentito e conferma lavori non a norma’ foto

Il Consigliere di minoranza interviene in merito alla riparazione delle buche sotto la pioggia

Ardea – I confronti a distanza tra Mario Savarese e Luca Fanco, rispettivamente, Sindaco e Consigliere di minoranza oltre che Presidente della VII Commissione Controllo e Garanzia di Ardea, continuano a tenere testa nella cronaca locale.

Dai giorni scorsi stiamo seguendo i fatti, oggetto della disputa tra i due amministratori, già dalla data dell’otto marzo, giorno in cui il Consigliere Fanco presentò denuncia alle autorità comunali, giudiziarie e contabili per le riparazioni delle buche che erano state effettuate il giorno precedente.

FancoSecondo Fanco, tali riparazioni sono state eseguite in spregio alle Leggi vigenti, in quanto la manutenzione veniva effettuata dagli operai, gettando l’asfalto direttamente nelle buche piene di acqua, mentre pioveva, con conseguente sperpero di denaro pubblico e relativo ingente danno alle casse comunali. Di tutto ciò, il Consigliere Fanco, allegava alle denunce, come prova, un video e delle fotografie. Il tutto veniva, contestualmente, pubblicato dallo stesso Consigliere sulle pagine social network di Facebook.

SavareseA seguito delle denunce su menzionate, il Sindaco Savarese, provvedeva, immediatamente, a rispondeva ufficialmente al Consigliere Fanco – “Emergenza nell’emergenza, ma la sicurezza prima di tutto. Stiamo intervenendo con le prime riparazioni più urgenti utilizzando materiale speciale. ROADPAV è un conglomerato a freddo che, grazie ad un particolare processo chimico,  – prosegue il Sindacoindurisce al contatto con l’acqua che funge quindi da catalizzatore anziché da elemento disgregante come per tutti gli altri conglomerati e/o calcestruzzo. E’ ideale per il ripristino delle zone ammalo rate di qualsiasi grandezza e spessore, livellamento tombini ed altro; applicabile anche in presenza di pioggia o neve battenti  – conclude Savarese – garantisce un risultato duraturo abbattendo i costi di manutenzione ordinaria assicurando la pubblica sicurezza all’utente.”

Le dichiarazioni rilasciate dal Sindaco di Ardea, non hanno convinto il Presidente della VII Commissione Controllo e Garanzia Luca Fanco che ha richiesto documentazione ufficiale, bolle di accompagnamento e quant’altro attestavano la corrispondenza dei lavori effettuati proprio con questo tipo di asfalto speciale, anche perché se fosse vero quanto detto dal Sindaco Savarese, – fa sapere Fanco – l’intera quantità di asfalto fotografata sul cassone scoperto del camion, sotto la pioggia si sarebbe indurita per reazione chimica e formato un blocco unico non disgregante.

riparaz_buche_AcquaAgli ulteriori  pressanti  controlli del Presidente Fanco, è arrivata il 9 marzo, la seconda nota ufficiale del Sindaco Savarese, completamente diversa dalla precedente, pubblicata sulla stampa, che dichiara – Ardea, bitume sull’acqua. Il sindaco: – Altrimenti avremmo dovuto buttarlo – Hanno fatto infuriare i cittadini le foto diffuse dal consigliere di opposizione di Ardea Luca Fanco, che ritraggono gli operatori che nei giorni scorsi stavano “tappando” alcune buche completamente piene d’acqua, mentre pioveva. Una riparazione destinata a durare poco e che ha fatto pensare a uno spreco di denaro pubblico da parte del Comune. È di tutt’altro avviso il sindaco di Ardea, Mario Savarese, che definisce la denuncia di Fanco ‘sterili polemiche’ e interviene a spiegare cosa è successo quel giorno. Il sette mattina, – dichiara il Sindaco – finalmente dopo una pioggia ininterrotta, le condizioni atmosferiche ci hanno concesso un po’ di tregua. L’acqua battente e un asfalto ammalorato da anni ridotto in più punti ad una sorta di mosaico di piastrelle bituminose, hanno causato l’insorgere di innumerevoli ‘buche’ nelle strade di tutto il territorio. Una situazione di estremo pericolo per la circolazione che aveva iniziato a provocare molteplici incidenti. Per questo abbiamo ritenuto importante approfittare della ‘tregua meteo’ per iniziare a mettere in sicurezza le situazioni più critiche. Verso le 12 – continua Savarese – il camion con il bitume aveva terminato il materiale e durante il tempo necessario all’approvvigionamento, purtroppo, è ripreso a piovere giusto il tempo per bagnare nuovamente le strade. A quel punto avevamo da fare una scelta; gettare via il carico o utilizzarlo comunque per “rattoppare” le situazioni più critiche sulle quali tornare appena il tempo si fosse rimesso. Abbiamo scelto di operare secondo questa logica, proprio per non mandar sprecato il prezioso materiale – sostiene il sindaco – Chi pensa che aspettare la primavera e le condizioni meteo ideali ci avrebbe fatto risparmiare si esprime secondo metodi che non ci appartengono. Preferiamo rischiare di dover intervenire di nuovo su tratti – conclude Savarese – già riparati piuttosto che mettere a rischio l’incolumità dei cittadini e affrontare spese di avvocati e di rimborsi per i danni causati da incidenti evitabili, come troppo spesso è accaduto in passato”. 

IL SINDACO SAVARESE CHIARISCE E SMENTISCE

In merito al passaggio nel quale mi si attribuisce la frase “Stiamo intervenendo con le prime riparazioni più urgenti utilizzando materiale speciale” preciso che ho semplicemente segnalato che esisitono materiali particolari, ma mai ho detto che li stavamo usando. Lo preciso per correttezza e perché ritengo insopportabile passare per bugiardo. Accetto ogni critica, ma su questo punto non posso tacere strumentalizzazioni e imprecisioni”.

(Il Faro on line)