Seguici su

Cerca nel sito

Russo D’Auria, ‘La politica delle contrapposizioni deve finire’

Il leader di Gil: "Capisco la competizione elettorale, ma ogni politico dovrebbe avere a cuore solo l'interesse del territorio"

Fiumicino – “Credo che la politica delle contrapposizioni non abbia più motivo di esistere. E’ evidente che linee di pensiero diverse portino a soluzioni diverse, ma su base programmatica, e comunque nell’unico interesse della collettività. Pensare la politica come una competizione tra squadre è deleterio per lo sviluppo del paese, sia come nazione sia come città”.

Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino), interviene sul lunghissimo periodo elettorale che stiamo vivendo.

“Passata la tornata di regionali e politiche, ci apprestiamo a vivere quella per le comunali. Mi piacerebbe una competizione elettorale basata sui programmi, sulle cose concrete, sulle cose fatte e quelle da fare, non sugli slogan né tanto meno sugli attacchi personali. Una campagna elettorale dove l’avversario non è una singola persona ma sono le idee.

Per parte mia – l’ho già detto più volte – ho fatto la scelta di stare con Esterino Montino, proprio per la concretezza delle cose fatte, realizzate, per le prospettive dei programmi futuri. Ma resta l’invito di fondo, rivolto a tutti, a impostare una campagna elettorale sui contenuti e non sullo scontro.

E soprattutto, una volta finita la tornata di voto, chiunque vinca, a lavorare insieme per il bene del territorio, per lo sviluppo del lavoro, per la tutela ambientale. Ci sono temi che non possono non essere condivisi, e mi auguro che lo saranno”.