Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Cerveteri, troppi sfalci verdi nell’indifferenziata, ecco come conferirli correttamente

L'assessora Gubetti: "Gli sfalci verdi sono riciclabili al 100%. Non buttateli nell'indifferenziato!"

Cerveteri – Negli ultimi giorni, gli operai del Servizio di raccolta rifiuti porta a porta hanno notato che sono molte le utenze che, in concomitanza del giorno di conferimento dei rifiuti non riciclabili, hanno messo anche sfalci verdi e potature di giardino.

“Questo non rappresenta un elemento positivo per il buon esito della nostra raccolta – ha dichiarato Elena Gubetti, assessora all’Ambiente – mentre i rifiuti non riciclabili vengono conferiti in discarica in quanto non è possibile riutilizzarli in nessuna maniera, con un costo per le casse dell’ente, gli sfalci verdi sono materiali riciclabili al 100%.

“Per questo invito tutta la cittadinanza ad attenersi quanto più possibile a ciò che prevede il calendario e il kit informativo che viene distribuito insieme ai mastelli e che è disponibile anche nella sezione ‘Cerveteri chiama a Raccolta’, sul sito.

Diversi strumenti di conferimento

“Il comune di Cerveteri insieme all’Ati dell’Igiene urbana – prosegue l’Assessora – ha messo a disposizione una serie di servizi per il conferimento di sfalci verdi, che se ognuno di noi utilizzasse correttamente avremmo sicuramente una città più pulita ed un modo più corretto di conferire i rifiuti. Nel dettaglio, ricordo l’isola ecologica di via Settevene Palo Nuova, dove è possibile conferire sfalci verdi ogni martedì, giovedì e domenica dalle 7.00 alle 13.00 e il sabato dalle 7.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Il sabato mattina invece, in maniera alternata tra le frazioni di Campo di Mare e Valcanneto sono posizionati degli auto-compattatori dove poter portare gli sfalci verdi.

Gli auto-compattatori sono posizionati a Valcanneto in via Vivaldi e a Campo di Mare, a servizio della frazione di Marina di Cerveteri sul lungomare dei Navigatori Etruschi. Si ricorda, infine – conclude Gubetti – che è sempre possibile fare richiesta della compostiera domestica“.

(Il Faro on line)