Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, ubriaco al volante: inseguimento, sbandata fuori strada e arresto

Un italiano di 35 anni ha tentato la fuga alla vista dei carabinieri. Inseguimento fino alla Litoranea

Ostia – Alla fine dello inseguimento è stato arrestato: guidava in stato d’ebbrezza, con la patente scaduta e non aveva rispettato l’alt imposto dalla pattuglia dei carabinieri.

E’ finito in manette il tentativo di fuga per sottrarsi ai controlli da parte di un italiano di 35 anni già noto alla giustizia: la pattuglia dell’aliquota Radiomobile di Ostia lo ha arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e guida in stato di ebbrezza.

Tutto è iniziato in lungomare Amerigo Vespucci, nei pressi della stazione metro Cristoforo Colombo. I militari hanno notato questo automobilista a bordo della sua Citroen C1 con una guida non troppo regolare e sicura. Per questa ragione la pattuglia si è collocata in maniera di precedere il veicolo per procedere al controllo. Il 35enne, accortosi della presenza dei militari, nel tentativo di allontanarsi ha incominciato gradatamente ad aumentare la velocità, sino a tentare la fuga.

Il destino, però, gli ha giocato un brutto scherzo poiché la forte velocità raggiunta dal veicolo gli ha fatto perdere il controllo nell’affrontare una curva della via Litoranea, prima della spiaggia libera di Castelporziano, ai Cancelli, andando a impattare contro la folta vegetazione al margine della carreggiata.

In conseguenza dei traumi riportati, l’uomo è stato trasportato dall’ambulanza presso il pronto soccorso G.B. Grassi di Ostia dove gli sono stati riscontrati traumi guaribili in 7 giorni. L’automobilista ha rifiutato di sottoporsi al test alcolemico e questa condizione prevede automaticamente la denuncia per guida in stato d’ebbrezza. I successivi accertamenti hanno rilevato che il conducente era anche sprovvisto di patente di guida poiché scaduta.