Seguici su

Cerca nel sito

Porti imperiali senza segreti: con Pasqua e Pasquetta riprende Navigare il territorio

Torna l’iniziativa che nel 2017 ha fatto scoprire i porti imperiali di Fiumicino a oltre 26mila persone

FiumicinoRiprende a Pasqua, con la scoperta dei Porti imperiali di Claudio e Traiano, “Navigare il territorio”, progetto al suo quarto anno di vita realizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, Aeroporti di Roma e Parco Archeologico di Ostia Antica del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. In collaborazione con la Città di Fiumicino e la Rete scolastica “Progetto Tirreno – Eco-Schools” di Fiumicino, ha coinvolto solo nello scorso anno più di 26 mila persone.

L’iniziativa, che quest’anno mette a disposizione dei cittadini anche una fermata dedicata in prossimità dell’ingresso all’area archeologica, del bus in servizio pubblico tra Parco Leonardo e il centro di Fiumicino, consentirà per tutti i fine settimana, a partire dal giovedì (dal 1° aprile fino al 1° luglio 2018, e poi ancora dal 1° settembre fino al 2 dicembre 2018), di ammirare l’unico porto romano giunto intatto fino ai nostri giorni. 

Il complesso dei Porti di Claudio e Traiano, è considerato una della più importanti opere di ingegneria civile del mondo antico: il celebre bacino esagonale, che permetteva l’attracco contemporaneo di circa duecento navi, è l’unico approdo dell’antica Roma sopravvissuto integro ai secoli.

Nel II secolo d.C., Roma raggiungeva il milione e mezzo di abitanti, era capitale di un impero multietnico, centro politico e motore di un mercato che si estendeva dalle coste atlantiche dell’Europa alla penisola arabica. La forte crescita demografica e i conseguenti problemi di approvvigionamento indussero l’imperatore Claudio a far costruire, a partire dal 42 d.C., un nuovo scalo marittimo a nord di Ostia, nell’attuale Fiumicino.

Il grande porto, ampio quasi 200 ettari, si mostrò però poco sicuro. L’imperatore Traiano (del quale quest’anno si celebrano questi eventi), per risolvere questa situazione, tra il 112 e il 114 d. C., lo fece riprogettare dal famoso architetto Apollodoro di Damasco che propose di scavare interamente sulla terraferma un nuovo bacino di 32 ettari creando così uno dei più grandi porti di tutto l’impero. Il porto, perfettamente conservato, si inserisce oggi all’interno di un parco archeologico e naturalistico che consente di affiancare, alla visita dei resti storici, anche l’osservazione di avifauna e di molteplici varietà naturalistiche.

Visite guidate per grandi e bambini con Navigare il territorio a partire da Pasqua

Visite guidate per grandi e bambini con Navigare il territorio a partire da Pasqua

Proprio per questo molte attività organizzate per “Navigare il Territorio”, si ricollegano a questa grande ricchezza naturalistica. Il calendario di eventi, che per questa nuova edizione continua a coinvolgere anche i principali istituti scolastici della zona di Ostia, è stato pensato per l’intrattenimento di mamme e piccoli, dopo l’orario di chiusura delle scuole e prevede anche oltre 200 visite guidate del sito, organizzate come di consueto in italiano e in inglese.

A Roma c’è un luogo dove si può vedere il plastico dell’antica città di Porto (attuale Fiumicino) cresciuta intorno al bacino traianeo: una curiosità inedita esposta presso questa mostra.

Segnaliamo in particolare, per i bambini che vogliono scoprire l’affascinante mondo degli uccelli, nelle giornate di Pasqua e Pasquetta, domenica 1° e lunedì 2 aprile, alle ore 15, si svolgerà “Caccia all’uovo!”, un’attività di osservazione, misurazione e manipolazione di diversi tipi di materiali, attraverso la quale, i bambini ricaveranno informazioni sull’ambiente di vita, l’alimentazione, le modalità di locomozione di questi animali. Non mancherà la caccia al tesoro alla ricerca di indizi sull’avifauna dell’area.

Tutte le attività sono gratuite ma è necessario effettuare la prenotazione: prenotazioni@navigareilterritorio.it, whatsapp 337.1175780. I dettagli del programma, sono consultabili sui siti di Navigare il Territorio www.navigareilterritorio.it e  www.adr.it.