Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, aggredisce agenti nel centro di accoglienza, Silvestroni ‘un atto ingiustificabile’

Il Deputato commenta con durezza l'episodio di violenza avvenuto al centro in via della Chiusa.

Più informazioni su

Anzio – Nonostante fosse già stato allontanato nei giorni scorsi da un centro di accoglienza, si è introdotto nuovamente all’interno della struttura, dove ha aggredito degli agenti. E’ accaduto ad Anzio: un malese di 22 anni è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Gli agenti della polizia del commissariato di Anzio, sono intervenuti in via della Chiusa, nel centro di accoglienza, dove era stata segnalata la presenza dell’uomo. Sul posto i poliziotti, al momento dell’identificazione, sono stati aggrediti prima verbalmente e poi anche fisicamente. Alla fine gli agenti sono riusciti a bloccarlo e, accompagnato negli uffici di polizia, il 22enne è stato arrestato.

Il commento del deputato Silvestroni

Durissima la reazione del deputato di collegio Marco Silvestroni sull’episodio. “L’aggressione avvenuta ad Anzio a danno di alcuni agenti di polizia – ha dichiatato il Deputato – è un atto ingiustificabile!

“Siamo francamente stanchi di dover assistere impotenti a gesti di ordinaria violenza da parte di extracomunitari che vengono ospitati nel nostro paese. L’accoglienza non può essere un mero business a scapito degli italiani, ma deve rispondere a precisi requisiti e alla ferma volontà degli accolti di entrare a far parte di una comunità rispettandone leggi, costumi e regole.

Con una situazione di carceri al collasso – ha concluso Silvestroni – e forze dell’ordine sottodimensionate di tutto abbiamo bisogno tranne che di impegnare risorse e soldi pubblici per chi fa della violenza e dell’illegalità il proprio stile di vita. Espulsione immediata e sconto della pena nel proprio paese”.

(Il Faro on line)

Più informazioni su