Seguici su

Cerca nel sito

Ventotene, al via la pulizia dei siti archeologici

I siti interessati dagli interventi saranno Villa Giulia, l’area cisterna romana dei “Detenuti”, di “Villa Stefania e il percorso per l’accesso visitabile al carcere di Santo Stefano.

Più informazioni su

Ventotene – Pulizia e manutenzione dei siti archeologici di Ventotene, è questo il contenuto del nuovo bando pubblicato dall’amministrazione Santomauro.

Il Responsabile Area 5 del Comune di Ventotene Ente Gestore dell’Area Marina Protetta e Riserva Naturale Statale “Isole di Ventotene e Santo Stefano avvisa, infatti, che, nell’ambito degli interventi previsti dal piano di gestione della Riserva Naturale Statale, intende incaricare a una ditta specializzata–  tra quelle che avranno fatto pervenire apposita manifestazione e richiesta di invito nei tempi e modi previsti dal presente avviso, dimostrando il possesso dei requisiti richiesti- tali interventi.

I soggetti interessati dovranno far pervenire a mezzo servizio postale, corriere, Pec (protocollo@pec.comune.ventotenene.lt.it) o consegnare a mano, all’Ufficio Protocollo del Comune di Ventotene Piazza Castello n.1 – 04020 – Ventotene, perentoriamente entro le ore 12 del giorno 17.04.2018, pena l’esclusione, la seguente documentazione: modulo di domanda per manifestazione di interesse, compilato e sottoscritto su ogni pagina. Eventuali eccezioni dovranno essere confermate e sottoscritte; dichiarazione di documentata esperienza negli ultimi 5 anni (cinque) equivalente al servizio in oggetto; dichiarazione di presenza/presidio sul territorio per disponibilità a interventi giornalieri urgenti; certificazione di idoneità rilasciata dalla soprintendenza ai beni archeologici a eseguire tipologie di interventi di cui al servizio in oggetto.

Il servizio – per una spesa di 22mila euro – consiste nella manutenzione e nella pulizia delle aree verdi dei siti archeologici di Ventotene e dell’isola di Santo Stefano. In particolare- conclude la nota- le aree che saranno interessate dall’intervento di pulizia sono Villa Giulia, l’area cisterna romana dei “Detenuti”, di “Villa Stefania e il percorso per l’accesso visitabile al carcere di Santo Stefano.

(Il Faro on line)

Più informazioni su