Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europei di judo, nelle parole degli azzurri, attesa e determinazione, Di Guida, ‘Voglio solo giocarmela, a certi livelli mi riempie d’orgoglio’

Sono già in Israele gli atleti della Nazionale. Tra di essi, Basile è concentrato e sereno. Falcone è consapevole che la sua è una bella squadra. Competitiva e capace di puntare al podio

Il Faro on line – Sono guidati dal campione olimpico di Rio 2016, Fabio Basile, gli azzurri della Nazionale di judo. Dopo un lungo stage di preparazione in Giappone, l’oro italiano in Brasile scende sul tatami degli Europei.

Inizieranno il prossimo 26 aprile a Tel Aviv. Un evento fondamentale, che darà indicazioni importanti per Tokyo 2020. La strada è lunga per le Olimpiadi giapponesi, ma il calendario internazionale impone risultati e posizioni preziose nel ranking mondiale. Ecco allora gli Europei del 2018 rappresentano una tappa vitale.

Sono 9 i guerrieri tricolori che con sensazioni diverse parlano della competizione dell’anno. Lo fanno tramite la nota della Fijlkam, diffusa alla vigilia della partenza per Tel Aviv, sul sito ufficiale della Federazione. Basile vuole restare tranquillo e godersi il tutto in modo sereno. Pensa a preparare la sua gara restando concentrato invece, Manuel Lombardo. E’ stata una stagione intensa per Giuliano Loporchio che consapevole di essere al primo obiettivo di cartello dell’anno, è sicuro che arriverà al top, per il suo debutto.

Fanno parte entrambi della squadra azzurra i fratelli Esposito. Giovanni scenderà sul suo primo tatami continentale senior, mentre Antonio, già veterano, affronta l’Europeo come già fatto per le tante gare collezionate in carriera.

Con impegno e determinazione, tutti gli atleti della Nazionale attendono l’inizio dell’evento. E il presidente della Fijlkam, Domenico Flacone parla in questo modo, dei suoi atleti: “E’ una squadra che mi piace definire bella, ambiziosa e pronta – come indicato dalla news della Fijlkam, prosegue – bella, perché è formata da 16 atleti preparati e motivati. Dopo Francia, Israele e Russia, che ne portano 18, numero massimo, ci siamo noi con Ungheria e Olanda. Ambiziosa, perché poter mettere in campo due ‘medaglie olimpiche’ (Basile e Forciniti) rende tutti consapevoli di poter raggiungere gli stessi traguardi. Pronta, perché il peso di ciò che è successo prima, non ha più nessuna importanza e tutti daranno il massimo semplicemente perché sono pronti a farlo”.

In onda su Raisport, da giovedì, la diretta di tutte le gare. Ecco le date e gli orari :

Giovedì 26 dalle 16:00

Venerdì 27 dalle 15:00

Sabato 28 dalle 19:00 (differita)

RaiSport è sul canale 57 e 58 del DT o sul canale 227 della piattaforma Sky)

Manuel Lombardo, -66 kg: “Sono sereno, alla gara ci penserò giovedì prossimo, per ora penso solo a prepararla bene in modo di arrivare ed essere in grado di vincere”. Matteo Medves -66 kg: “Sicuramente è un periodo negativo per la mia stagione, sto raccogliendo tutti gli stimoli positivi per arrivare all’appuntamento in forma e pronto. A prescindere dalla medaglia, dal risultato o dal numero degli incontri che disputerò, voglio chiudere questo periodo “no”. Voglio divertirmi pensando incontro per incontro con la consapevolezza che se sarò sereno potrò arrivare in fondo”. Fabio Basile-73 kg: “Io non penso mai prima della guerra… Devo solo essere felice e restare sereno. In nazionale stiamo lavorando molto bene… la mia preparazione non ha mezzo peccato”. Giovanni Esposito -73 kg: “Cercherò di dare il mio meglio in questo mio primo europeo senior, sono abbastanza carico e spero di portare a casa una bella medaglia”. Antonio Esposito -81 kg : “Per me è una gara come tutte le altre e la sto preparando come se preparassi una qualsiasi gara, sono molto in forma e cerco di stare il più tranquillo possibile, senza pensare a nulla. Voglio dare tutto e fare ciò che sempre ho fatto.. divertirmi”.

Christian Parlati -81 kg : “Mi sento pronto e motivato per questa gara, voglio viverla con spensieratezza e dare il mio massimo”. Nicholas Mungai -90 kg: “Sto cercando di stare tranquillo e di pensare alla gara il meno possibile. Sto abbastanza bene e credo di potermela giocare con tutti, per cui adesso voglio solo arrivare alla gara sereno e senza pensieri”. Domenico Di Guida -90 kg: “Quello che mi passa per la testa in questo momento sono solo pensieri positivi. Dopo il mio terzo cambio di categoria della mia carriera e dopo tutti gli acciacchi che ho avuto e ci sono, non sarà facile riconfermarsi. Quindi essere qui e giocarmela per l’ennesima volta a questi livelli mi riempie solo di felicità e di orgoglio. Sereno e convinto delle mie possibilità, darò il massimo come ho sempre fatto e, soprattutto, divertendomi”. Giuliano Loporchio – 100 kg: “Ci troviamo di fronte al primo obiettivo dell’anno, quanto fatto finora è stato mirato per arrivare al top a questi campionati d’Europa. Ho superato un periodo difficile, intenso e stressante per essere sempre al 100% nelle gare e negli allenamenti, adesso sono in netta risalita e sono sicuro che arriverò al massimo il giorno della gara, sono molto fiducioso e motivato a far bene”.