Seguici su

Cerca nel sito

Lega, Cavallari espulso dalla Lega, ‘troppi insulti via social’

Il Coordinamento regionale ha accolto la decisione dell'espulsione effettuata dall'On Francesco Zicchieri ritenendola totalmente in linea con le direttive politiche date dal segretario nazionale

Roma – “L’espulsione dalla Lega di Enrico Cavallari arriva dopo mesi in cui il suo operato si è spesso contraddistinto in attacchi pubblici e personali a dirigenti di partito sui canali social, disattendendo le direttive dello stesso Segretario Federale”. Lo afferma una nota ufficiale del Coordinamento regionale della Lega.

Periodo in cui ha avallato iniziative promosse sul territorio al solo fine di creare difficoltà ad alcuni coordinatori locali in quanto ritenuti non vicini alla sua persona; per arrivare all’epilogo finale con quanto accaduto in Consiglio Regionale del Lazio, dove è venuto meno alle indicazioni politiche del coordinatore regionale e del commissario romano”.

Come Coordinamento regionale esprimiamo la nostra più sentita condanna e presa di distanza da chi, non ultimo Cavallari, per mesi ha utilizzato i social per insultare i dirigenti del partito di ogni ordine e grado spesso scadendo in accuse assolutamente strumentali e prive di qualsiasi fondamento.

Dirigenti che, vale la pena sottolinearlo, differenza di altri lavorano con serietà e passione quotidianamente dimostrando un grandissimo senso di responsabilità e disciplina ed evitando di rispondere punto per punto alle ormai deliranti frasi che leggiamo.

In tal senso il Coordinamento regionale ha accolto la decisione dell’espulsione effettuata dall’On Francesco Zicchieri ritenendola totalmente in linea con le direttive politiche date dal segretario nazionale e condivise da tutti i membri del Coordinamento