Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, lungomare degli ardeatini, ancora un brutto incidente stradale

Il Presidente dell'Ass. Rivalutiamo Marina di Ardea, il Dott. Di Stefano dichiara, 'Soltanto nel 2016 ci sono stati 4 incidenti mortali e nel 2017 altri numerosi gravi incidenti stradali con interventi di eliambulanza'

Più informazioni su

Ardea – Le strade ad Ardea, è oramai risaputo, sono in “dissesto” come il Comune e al di là delle responsabilità degli automobilisti, contribuiscono a rendere ancora più pericolosa la viabilità stradale dei mezzi a quattro ruote ed in particolare a due ruote, oltre quella dei pedoni che passeggiano lungo le strade, in molti tratti senza marciapiedi.

Incidente 2018_05_09_foto_2Ora, non sappiamo le cause e la dinamica dell’ennesimo incidente stradale avvenuto quest’oggi, tra una smart e una Range Rover, verificatosi intorno alle ore 14.00 sul Lungomare degli Ardeatini all’altezza del civico 491.

Conosciamo però, con esattezza, le numerose segnalazioni che i residenti del territorio, attraverso anche la voce dell’Associazione di Quartiere ONLUS Incidente 2018_05_09_foto_1“RivaluTiAmo Marina di Ardea”, hanno indirizzato alle autorità competenti, riguardo la pericolosità del tratto stradale, Lungomare degli Ardeatini che confina a nord con Lungomare delle meduse (Torvaianica – POMEZIA) e a sud con Lungomare Tor San Lorenzo (Ardea).

In questo tratto, lungo circa 3 Km., il manto stradale è fortemente danneggiato. Ci sono buche a ridosso delle curve, e spesso la sabbia, in alcuni tratti invade la carreggiata e naturalmente, anche l’irresponsabilità dei conducenti, nonché la mancanza di segnali di sicurezza semaforici in alcuni incroci, mettono ad alto rischio la vita degli stessi e degli altri che si trovano a percorrere con i propri mezzi o a piedi, il suddetto tracciato. Spesso, le macchine a seguito dell’urto, finiscono anche sui marciapiedi divenendo un pericolo per i pedoni.

Il Presidente dell’Associazione di Quartiere ONLUS “RivaluTiAmo Marina di Ardea”, il Dott. Michele Di Stefano, ci fa sapere che tale tratto stradale, come già segnalato a chi di dovere, necessita di una maggiore sicurezza, in quanto oggetto di numerosi incidenti con mezzi di vario tipo.

Michele Di StefanoNon dimentichiamo che in passato persero la vita anche dei bambini, l’ultimo in ordine cronologico nel 2016 aveva solo 10 anni.

Già in passato abbiamo documentato anche sulle nostre pagine di giornale, incidenti  avvenuti in questo tratto stradale (incidente mortale 2015 incidente con gravi feriti 2012).

Soltanto nel 2016dichiara il Dott. Michele Di Stefano – ci sono stati 4 incidenti mortali e nel 2017 altri numerosi gravi incidenti stradali con interventi di eliambulanza. A tal proposito, l’Associazione di Quartiere sollecita l’installazione di due semafori con rilevatori di velocità e per chi passa con il “Rosso”, nei due incroci di estrema pericolosità sul Lungomare degli Ardeatini, situati uno in Via Bergamo e l’altro in Via Firenze. Inoltre si fa nuovamente presente che oltre alle buche, le strisce pedonali sono fortemente sbiadite ed alcune neanche si notano più“.

 

(Il Faro on line)

Più informazioni su