Seguici su

Cerca nel sito

‘Appia day’, ecco la rassegna di eventi organizzati a Terracina da Legambiente e Coopculture

Giannetti: "Siamo felici di poter rinnovare anche quest’anno la partecipazione attiva di Terracina all’evento nazionale."

Terracina – In occasione dell’ Appia day nazionale che nelle passate due edizioni ha visto la partecipazione di oltre 100mila persone, e che è partito ufficialmente il 5 maggio da Caserta e coinvolgerà tutto il tracciato della regina viarum tra la Capitale e Brindisi con oltre 200 appuntamenti, tra aperture straordinarie e gratuite dei monumenti, passeggiate e trekking (programma completo disponibile sul sito www.appiaday.it), Terracina sarà teatro di una importante rassegna denominata “Terracina la Regina della via Appia” organizzata dal Circolo Legambiente Terracina, membro del Comitato Promotore Nazionale di cui fanno parte, Touring Club Italiano e Coopculture e altre importanti associazioni e istituzioni come il MIBACT, la Regione Lazio, il Comune di Roma, il Parco archeologico dell’Appia Antica, il Parco Regionale dell’Appia Antica e la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Roma, con il supporto di Kariboo-Bike Rental Terracina, e con il patrocinio del Comune di Terracina e del Parco Regionale dei Monti Ausoni, entrambi firmatari del protocollo di intesa per “Appia day” su proposta del Circolo Legambiente Terracina.

“Siamo felici di poter rinnovare anche quest’anno la partecipazione attiva di Terracina all’evento nazionale con una importante rassegna che testimonia ancora una volta l’importanza della città per il #camminodellaviaappia, e di poter salutare, davvero con grande soddisfazione dopo il lavoro intenso del Circolo, la sottoscrizione del protocollo di intesa per Appia Day da parte del Comune di Terracina e del Parco Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, entrambi firmatari e presenti con il proprio patrocinio alla rassegna” afferma Anna Giannetti, presidente di Legambiente Terracina “e inoltre annunciamo che alcuni eventi previsti nella rassegna di Terracina, già presenti sul sito nazionale www.appiaday.it, saranno riproposti con la stessa formula durante tutta l’estate con cadenze programmate secondo un calendario estivo molto ricco di archeologia, storia, ed ecosostenibilità”.

 

Gli eventi della rassegna sono i seguenti:

Il 4 maggio alle 19.30 si è tenuta a Terracina una conferenza all’interno della Rassegna culturale Filosera – presso la Sala Feronia dell’Istituto A. Filosi, (http://www.appiaday.it/2018/05/02/lungo-la-via-appia-racconti-storia-vita-della-regina-viarium/) per parlare del cammino di rigenerazione della via Appia a Terracina con particolare attenzione a quanto è stato fatto dal Circolo per la Via Appia Traianea con una serie di eventi di rigenerazione e valorizzazione e la riapertura di siti archeologici importanti come Appia Antica a Villa Salvini e Parco del Montuno  sull’ Antico Porto Traianeo, e la pulizia di importanti aree archeologiche come l’Area del Molo e l’Area Archeologica Stella Polare durante gli eventi di Legambiente – Clean Up the World – Puliamo il Mondo, attività già presentate in convegni nazionali e internazionali.

Il 5 maggio dalle ore 10-13 si è tenuto a Terracina un evento, organizzato dal Circolo, aperto a tutta la cittadinanza denominato “Aspettando l’Appia Day – Pulizia dell’Appia” – https://www.facebook.com/events/22978637426843 http://www.appiaday.it/2018/05/03/aspettando-lappia-day-pulizia-dellappia/ in cui si è ripulito  il tratto in basolato originario presente presso Villa Salvini, gestita dal Circolo in convenzione e si sono ascoltati i racconti della Via Appia Traianea e le meraviglie contenute nella Villa Salvini.

Per domenica 13 maggio il Comune di Terracina e il Circolo, parteciperanno ufficialmente, insieme a Coopculture, all’evento a Roma http://www.appiaday.it/programma-2018/ con una propria delegazione, in modo da testimoniare la presenza del nostro territorio e le preziosità della Via Appia a Terracina nel contesto del più grande evento nazionale nel Parco Archeologico dell’Appia Antica a Roma. Infatti, nel tratto romano della consolare, costruita nel 312 a.C., cuore dell’Appia Day, il 13 maggio saranno oltre 150 gli eventi in programma con l’apertura straordinaria e l’ingresso gratuito in aree archeologiche, monumenti e musei pubblici che costeggiano il cammino dell’Appia. La delegazione promuoverà l’itinerario da Roma a Terracina, passando per il Parco dei Castelli e Ariccia, importante snodo della Via Appia, anche in collaborazione con l’Archeoclub Aricino Nemorense.

Sempre per domenica 13 maggio si organizzerà a Terracina un archeotour guidato, a cura di Legambiente e Coopculture, dal titolo “Seguendo la Via Appia Antica” http://www.appiaday.it/2018/05/04/seguendo-lappia-antica /   con partenza alle 9:30 dal Centro Antico della Città (Piazza Santa Domitilla – Palazzo della Bonificazione Pontina-Museo della Città) con cenni storici su Terracina e approfondimenti sul Foro Emiliano, Cattedrale e cd. Capitolium. Si arriverà poi al Teatro Romano sulla antica Via AppiaDal teatro, proseguendo su Via di San Francesco Nuovo, con le mura urbane sulla sinistra, si raggiunge il Convento di San Francesco, con i suoi resti romani e medievali; dal convento è visibile il Castello Frangipane di cui si narra la storia. Si prosegue poi per Via San Francesco Nuova su Via Anxur, incontrando i resti della Porta di accesso alla città romana e medioevale, fino a giungere all’ultima tappa della visita, rappresentata dal Colombario, dove si racconterà delle tipologie sepolcrali presenti lungo la via Appia. Seguirà una descrizione sul proseguimento della via fino all’ultimo tratto visibile nella zona di Terracina (piazza Palatina) dove, secondo il passo pliniano, si è svolta la battaglia di Lautulae.

 Per sabato 19 maggio a Terracina verrà organizzato, da Legambiente Terracina e Coopculture, in collaborazione con una start up ecologica locale Kariboo (Accoglienza), associata al Circolo Legambiente Terracina, un innovativo archeobicitour itinerante e gratuito, denominato “Su e giu’ in bici e a piedi per le Vie Appie di Terracina: visioni storiche e panoramiche” http://www.appiaday.it/2018/05/04/giu-la-via-appia-visioni-storiche-panoramiche/ dedicato proprio al grande crocevia rappresentato da Terracina – Regina della Via Appia-  che ospita le due Vie appie più importanti (Claudia e Traianea), aperto a tutti anche ai bikers, che prevede sia un percorso a piedi che in bici, anche con la possibilità di affitto di biciclette assistite elettriche, che per l’occasione saranno gratuite (solo su prenotazione al numero 334 931 5287).

Ore 14.30 Visita guidata al Parco del Montuno sull’Antico Porto Traianeo – Panorama sulla città a cura del Circolo. Ore 15.30 Visita al tratto di Basolato antico della Via Appia presso Appia Antica a Villa Salvini, gestita in convenzione dal Circolo, Via G. Marconi 3Ore 17 Visita al Miliare più antico della Via Appia, ritrovato a Villa Salvini e restaurato e presente nel Museo della Città – Palazzo della Bonificazione Pontina, Piazza Domitilla (a cura di Coopculture). Ore 18 Accesso a piedi al panoramico Sentiero del Tempio di Giove recentemente riaperto dal Circolo con il supporto del Parco Regionale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, e visita guidata alle bellezze storiche, geologiche, naturalistiche e archeologiche del percorso a cura del Circolo (il sentiero non presenta particolari difficoltà o dislivelli, tranne l’ultimo tratto, ma è fortemente consigliato solo a persone adulte in buona salute) mentre per i bikers si prosegue sulla Strada Panoramica fino al Piazzale del Tempio di Giove. Ore 19 Arrivo al Tempio al tramonto e visita al Tempio di Giove (a cura di Coopculture).

Inoltre, a partire per tutta la settimana da domenica 13 maggio a pranzo fino a domenica 20 maggio a pranzo ci sarà un evento archeoenogastronomico di cucina esperienziale antica- http://www.appiaday.it/2018/05/09/casa-marco-gavio-apicio/– organizzato da “A casa di Marco” e dal Circolo Legambiente Terracina “Pisco.Montano”, con un menu fisso a 10 euro “Appiaday a Terracina” con prodotti e vini rigorosamente locali per sperimentare in un contesto raccolto,  informale e divertente, molto simile alla Taberna romana, la cucina romana antica costiera di Marco Gavio Apicio, gastronomo tra i piu’ importanti dell’epoca romana.

Il menu varierà ogni volta e sarà ispirato ai canoni della cucina romana delle tabernae sulla Via Appia e sarà ogni volta presentato con un racconto interessante, con particolare attenzione agli usi e costumi della Via Appia. Posti limitati. Per info e prenotazioni telefonare sempre almeno due giorni prima al 3491412199.

(Il Faro on line)