Seguici su

Cerca nel sito

Europei, Crescenzo e Bottaro argento, domani le squadre di kata sul tatami

Ben 8 medaglie oggi. Dopo le gare del mattino, ecco gli altri podi. La squadra femminile di kumite sale sul secondo gradino. Busato vince il bronzo

Il Faro on line – Una giornata da ricordare, quella di oggi. 8 medaglie agli Europei, ancora in corso. Domani, si conclude la competizione continentale con le sfide dedicate alle squadre di kata.

Ci sarà ancora l’Italia sul tatami. Maschile e femminile. Alessandro Iodice, Alessandro Panagia e Gianluca Gallo sfideranno il Montenegro, mentre Michela Pezzetti, Sara Battaglia e Terryana D’Onofrio se la vedranno con la Spagna. I primi sul tatami, per conquistare il bronzo, mentre le seconde, in lizza per l’oro.

Ma intanto si è concluso un sabato speciale. Tanti allori. E tanti podi. Una volta è risuonato l’Inno italiano. lo ha fatto cantare Michele Martina. Nel suo incontro con il croato Kvesic, il nuovo campione europeo senior si è messo la medaglia d’oro al collo. Tre bronzi prima di lui. E ancora nel kumite. Silvia Semeraro, Luigi Busà e Sara Cardin sono saliti sul terzo gradino, arricchendo il palmares azzurro.

Pausa pranzo e poi ancora medaglie. Nel pomeriggio, Angelo Crescenzo ha ottenuto l’argento nei 60 kg. L’atleta tricolore non è riuscito a superare il macedone Emil Pavlov. Le guerriere azzurre, Sara Cardin, Laura Pasqua, Clio Ferracuti e Silvia Semeraro sono arrivate seconde, in una finale storica, nel kumite femminile a squadre.

Non solo il combattimento a Novi Sad. Anche le forme del karate hanno riempito il programma di oggi. Nella specialità individuale del kata, Mattia Busato ha vinto la finale per il terzo posto, sul tedesco Ilja Smorguner, mentre Viviana Bottaro ha messo al collo, l’argento, confrontandosi con la spagnola Sandra Sanchez.

Silvia Semeraro e Sara Cardin hanno vinto entrambe due medaglie personali. Individuale e a squadre. Bronzo e argento.

Splendida Italia. Domani, tutti a tifare per le squadre del kata.