Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Serie A, Juve campione d’Italia per la settima volta, Lazio-Inter ‘spareggio Champions’

Per festeggiare il settimo scudetto consecutivo alla Juve basta lo 0-0 dell'Olimpico contro la Roma.

Juve campione d’Italia per il settimo anno consecutivo in virtù del pari ottenuto all’Olimpico contro la Roma. Ai bianconeri bastava l’ultimo punto per avere la certezza aritmetica. La squadra di Allegri non si è fatta attendere: è andata a prenderselo (con uno 0-0 senza troppa bagarre) e adesso può festeggiare.

Il risultato di Roma rende vano quello di Genova: Sampdoria-Napoli, sbloccata dalla rete di Milik e messa in cassaforte con il raddoppio di Albiol, finisce 0-2.

Lazio-Inter uno ‘spareggio Champions’ a Maggio

La Roma si aggiudica matematicamente l’accesso diretto alla prossima edizione della Champions League ancor prima di scendere in campo contro la Juve.

Il 2-1 del Sassuolo a S.Siro nell’anticipo del sabato quasi getta alle ortiche la stagione dei nerazzurri, ma consegna di fatto la qualificazione alla squadra capitolina.

A tenere vive le speranze di Spalletti e di tutto il popolo interista è niente meno che la diretta avversaria Lazio: a Crotone i padroni di casa gettano il cuore oltre l’ostacolo in nome di una salvezza complicatissima da raggiungere. Il 2-2 messo a segno da Milinkovic tiene a galla Inzaghi e ancora di più l’Inter distante tre punti.

Nello scontro diretto dell’ultima giornata i biancocelesti potranno sfruttare il fattore campo e basterebbe ottenere un pareggio per finire avanti rispetto alla squadra meneghina.

Discorso opposto per l’Inter che aggancerebbe in classifica gli avversari solo vincendo, portandosi in vantaggio sugli scontri diretti (0-0 il risultato maturato all’andata) e guadagnando la Champions senza appelli.

Sarà Europa League diretta per la squadra che chiuderà al quinto posto. Milan, Atalanta e Fiorentina restano in corsa per gli altri due slot rimasti, con l’ultimo che vale l’accesso ai preliminari.

Crotone e Spal, missione impossibile

Con 35 punti Crotone e Spal tremano in attesa di scoprire i verdetti dell’ultima giornata. I calabresi ottengono un punto insperato mentre i ferraresi, passati in vantaggio in casa del Toro, subiscono una folgorante rimonta.

Vittoria del Cagliari a Firenze con la rete di Pavoletti che ha un peso specifico enorme: i sardi si ritrovano ad una sola lunghezza dalla zona retrocessione, ma quel punto potrebbe essere vitale a 90′ dalla fine.

Tranquille – ma non troppo – Chievo e Udinese a quota 37 dopo le vittorie rispettivamente ottenute a Bologna e a Verona, contro l’ormai spacciato Hellas.

(Il Faro On line)