Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, il X Municipio si ricorda anche di Castelporziano: salvataggio in appalto ma solo dal 16 giugno

Lanciato il bando per due lotti ciascuno da 5 postazioni di salvataggio ai “Cancelli”. Stanziati 162mila euro: il link per il capitolato è sbagliato

Ostia – A stagione balneare iniziata il X Municipio si ricorda della spiaggia libera di Castelporziano e lancia la bando per l’appalto del servizio di salvataggio. Sul sito istituzionale, però, solo dopo un’attenta ricerca si riesce a consultare il capitolato per i criteri di partecipazione e di selezione delle imprese che dispongono di una somma di 162mila euro. Il link fornito dal X Municipio è sbagliato.

E’ stato pubblicato dal X Municipio il bando per lo “Affidamento dei servizi connessi alla balneazione indispensabile per la salute e l’incolumità pubblica per la spiaggia libera di Castelporziano. Stagione balneare anno 2018. Lotto 1 e Lotto 2”. Una pubblicazione tardiva, datata 14 maggio, a stagione balneare iniziata, e che potrà garantire il servizio dei marinai di salvataggio a tutela della incolumità dei bagnanti non prima del 16 giugno, circostanza questa che, in questo modo, lascia sguarnita l’assistenza ai bagnanti sulla spiaggia libera attrezzata più grande d’Europa. E nel mese di settembre le postazioni saranno presidiate solo sabato, domenica e festivi.

25aprile2

Sono 10 le postazioni che dovranno essere coperte dai bagnini in appalto, rispettivamente 5 per ciascuno dei due appalti. Il dettaglio è accessibile solo dopo un’attenta ricerca, considerato che la pagina istituzionale del X Municipio rimanda il lettore interessato a prendere visione del capitolato ad una pagina (https://www.comune.roma.it/pcr/it/municipio_xiii.page) il cui aggiornamento è fermo al 5 febbraio 2018.

La base d’asta per ciascun lotto è di 81.557,38 euro e le domande da parte delle imprese interessate dovranno essere trasmesse a Roma Capitale Municipio X Ufficio Demanio Marittimo Via del Martin Pescatore, 66 entro le ore 12,00 del giorno 29.05.2018.  Le attrezzature, prescritte dalla normativa vigente, dovranno essere fornite dagli Operatori Economici che si aggiudicheranno il lotto

I marinai dell’altro doppio lotto di salvataggio in appalto sono entrati regolarmente in servizio il 1° maggio per una spesa prevista di 252mila euro anche se da più parti si sono contestate in alcune postazioni  sbavature organizzative come la mancanza di remi o dei tappi degli scafi dei pattini di salvataggio.