Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Gialle, “Freccia Gialloverde” Tortu firma 10”16 e si prende il pass per Berlino

Un fulmine sui 100 metri e Rieti in una gara senza rivali. Prenota gli Europei e intanto scalda i muscoli per il Golden Gala. Il 31 maggio ci sarà anche lui a Roma. I 100 metri, sotto la Monte Mario

Il Faro on line – Alla fine di Roma – Juventus, sicuramente Filippo ha gioito. Dopo aver dichiarato il suo amore per la squadra bianconera e la sua passione per le commedie italiane, alla conferenza stampa del Golden Gala Pietro Mennea 2018, Tortu ha esultato allo scudetto vinto dai bianconeri.

Una giornata da ricordare, quella del 13 maggio per lui. E non solo per questioni di calcio. Infatti, prima di alzare le braccia al cielo insieme ai suoi beniamini del pallone, Filippo ha firmato un grande tempo a Rieti.

Nel pomeriggio di domenica scorsa, “Freccia Gialloverde” Tortu ha corso i 100 metri al Meeting della città reatina e si è preso un timing da qualifica. Un 10”16 eccezionale che lo proietta agli Europei di Berlino. E’ suo lo standard e pronte le valigie per la Germania.

La stagione all’aperto, per lui appena cominciata, però è ancora lunga e tanta pista c’è da battere, prima di arrivare alla competizione continentale. Due appuntamenti lo aspettano. Il primo step, sarà il Meeting di Savona, il 23 maggio e il secondo invece sarà la quarta tappa della Iaaf Diamond League, il 31. In casa.

Quest’anno, il campione europeo under 20  correrà i 100, allo Stadio Olimpico. Dove la sua Juve ha vinto. La gara regina, quella delle ore 21,00. La gara attesa da tutti. Lo farà accanto a Marcel Jacobs, di cui è amico, come dichiara sul sito ufficiale della Fidal, e vicino a Christian Coleman, il fulmine statunitense.

Sta a solo un centesimo in più l’atleta delle Fiamme Gialle, dal suo personal best, acchiappato e incorniciato come “record italiano junior”. Una promessa allora, Filippo. Ma sempre più conferma. Sognano gli appassionati di atletica leggera di vederlo vincere. Sulle orme dei grandi, il laureando in Economia alla Luiss,  sta crescendo e si prende le sue gioie sportive. Talento e lampo in pista.

Di seguito, le sue dichiarazioni. Rilasciate ad Alessio Giovannini, sul sito ufficiale della Fidal.

“Soddisfatto? Relativamente. Ho fatto un buon tempo a Rieti e non si può non essere soddisfatti, ma ho avuto delle sensazioni diverse dal solito, forse perché si trattava dell’esordio. Ho sentito molto bene la parte tra i 20 e i 30 metri, dove di solito sono un po’ carente e forse l’ho pagata negli ultimi 10-15 metri. Nelle prossime tappe di Savona e Roma non vedo l’ora di poter riprovare a migliorare il personale. Il confronto con Jacobs ? Siamo amici, non rivali, e aspetto soltanto il 23 e il 31. Pensando agli Europei di Berlino, certo non mancherà la concorrenza, ma la stagione è lunga e c’è tempo. Il debutto sui 200 ? A data da destinarsi, prima finiamo questo blocco di 100 metri di gare a maggio”.

Foto : Bufalino/Fidal