Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Patto per la sicurezza del Sud Pontino, ecco le disposizioni messe in atto a Gaeta dopo il vertice in Prefettura

Mitrano: "Il patto è uno strumento utile a individuare interventi per la sicurezza urbana e per promuovere azioni e progettualità condivise."

Più informazioni su

Gaeta – La sicurezza è per i cittadini un bene e un diritto primario. Così l’incipit del “Patto per la sicurezza del Sud Pontino”, siglato presso la Prefettura di Latina il 25 maggio scorso, tra il prefetto di Latina Maria Rosa Trio e gli amministratori comunali del Sud Pontino alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine.

La dichiarazione del sindaco Mitrano

“Apprezziamo l’iniziativa del prefetto Trio – dichiara il sindaco Cosmo Mitrano – che ringraziamo per la sensibilità e attenzione che dimostra anche in materia di ordine e sicurezza pubblica.  Un’iniziativa a cui rivolgo il mio plauso e che è di grande sostegno e supporto alla nostra attività amministrativa accrescendo nella comunità un senso di controllo del territorio e vicinanza istituzionale.

Come Sindaci – aggiunge Mitrano – e quindi responsabili della sicurezza dei nostri cittadini, adesso il compito di dare seguito al Patto siglato in Prefettura, attraverso azioni in stretta sinergia con le Forze di Polizia statali e locali impegnate nel contrasto all’illegalità, ognuno nell’ambito delle rispettive competenze. Uno strumento utile a individuare interventi per la sicurezza urbana e per promuovere azioni e progettualità condivise, in materia di controllo del territorio senza tralasciare le tematiche dell’integrazione, della riqualificazione del tessuto sociale e del contesto urbano e della lotta ad ogni forma di illegalità.

Il Comune di Gaeta ha già approvato delle disposizioni pianificando una serie di azioni di prevenzione e contrasto ad atti illeciti in particolare nei siti di maggiore impatto dal punto vista turistico attraverso il potenziamento dei controlli. “La crescita di un territorio – prosegue Mitrano – in termini di benessere ed economici, è proporzionata al senso di sicurezza percepito dal cittadino e si conferma uno degli aspetti prevalenti della qualità della vita nelle realtà urbane”.

Intanto, anche in previsione dell’affluenza turistica in città, sono state individuate e verranno attuati a breve interventi di monitoraggio del territorio in stretta sinergia con le Forze dell’Ordine. Queste iniziative di contrasto e repressione sul nascere di situazioni illegali sono inoltre affiancate da politiche di welfare e piani di riqualificazione del tessuto sociale. Tra gli obiettivi ampiamente condivisi dai Sindaci dei Comuni del Sud Pontino, infine, quello di migliorare il circuito informativo interistituzionale, favorendo la massima condivisione dei dati, analisi e conoscenze relative alla sicurezza del territorio e della comunità. Il tema della sicurezza visto non solo come ordine pubblico, ma anche più complessivamente quale strumento per migliorare la qualità della vivibilità di un territorio e della popolazione che vi risiede.”

(Il Faro on line)

Più informazioni su