Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Taglio dei vitalizi e potenziamento delle infrastrutture, approvato il bilancio della Regione Lazio

Tanti i provvedimenti: dalla riduzione delle liste di attesa fino agli incentivi per gli interventi infrastrutturali

Roma – E’ stato approvato il primo giugno 2018 il bilancio della Regione Lazio. Un bilancio di circa 3,9 miliardi di euro, di cui 324 milioni destinati al fondo taglia tasse, 840 milioni per le spese si funzionamento obbligatorie e 1,3 miliardi per il servizio del debito.

Nel provvedimento la Regione attuerà interventi strategici su ambiente, edilizia scolastica, mobilità attraverso la programmazione unitaria delle risorse del Bilancio, Fondo Sviluppo e Coesione e quota regionale dei programmi comunitari.

Opere Pubbliche

Gli interventi prevedono stanziamenti per 741 milioni di euro, tra i più importanti la superstrada Orte- Civitavecchia. Acquisto nuovi treni per la Roma-Lido, lavori sulla rete ferroviaria Roma –Viterbo e acquisto nuovi treni. Manutenzione straordinaria della rete viaria regionale e l’allargamento della Tiburtina a quattro corsie fino al Car.

Fisco

Il bilancio 2018 conferma le esenzioni e riduzioni dell’addizionale regionale con un criterio di progressività per i redditi compresi tra i 35 mila e i 75 mila euro. l’esclusione dalla maggiorazione riguarda i nuclei familiari numerosi e quello con uno o più figli portatori di handicap, gli ultrasettantenni portatori di handicap appartenenti a nuclei familiari con un reddito non superiore a 50 mila euro.

Sanità

I 12,5 milioni che derivano dai tagli dei vitalizi in erogazione fino al 2023 vengono investiti nell’abbattimento delle liste e dei tempi di attesa. L’ammodernamento tecnologico delle attrezzature e strumentazioni sanitarie e informatiche delle aziende sanitarie. Inoltre sono stati stanziati fondi per l’edilizia sanitaria.

Sviluppo Economico, Lavoro, Università e Ricerca

Per le azioni a sostegno del sistema produttivo del Lazio, sono previsti importanti risorse in conto capitale, spese correnti e Fondi Europei, importante le risorse per l’edilizia scolastica saranno devoluti 22 milioni di investimenti.

Sicurezza e Territorio

31 milioni andranno alla protezione civile e al soccorso pubblico, nel trienni saranno spalmati 6,5 milioni per la difesa delle coste, una parte consistente cioè 140 milioni alla manutenzione delle strade regionali e infine 2 milioni per la realizzazione di nuovi impianti di videosorveglianza nelle strade delle città.

Sociale:

140 milioni andranno alla spesa sociale e sociosanitaria (asili, Rsa, e il contrasto alla ludopatia) inoltre si sosterranno le famiglie con figli affetti da autismo ai quali la Regione destina 3 milioni di euro durante il triennio, anche questo grazie ad un emendamento

Cultura, Turismo e Politiche del Territorio

35 milioni di euro per le politiche della cultura, 9 milioni per il cinema, previste risorse per la ristrutturazione dei teatri. Rifinanziato il fondo unico dello spettacolo dal vivo, con un emendamento d’aula si alimenta il comparto della cultura con altri 3 milioni di euro. in questo settore rientrano le iniziative volte alla valorizzazione dei territori colpiti dal sisma.

Agricoltura Ambiente e Rifiuti

A sostegno del settore agricolo e delle imprese del comparto saranno stanziati 18 milioni di euro, che andranno anche per le attività di promozione del settore agroalimentare, 300 mila euro per gli indennizzi dei danni causati dalla fauna selvatica e 52 milioni nel triennio saranno investiti per la raccolta differenziata.