Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, emergenza sul volo China Airlines: 90 tonnellate di kerosene in mare

Proceduta di emergenza per il rientro immediato dell'Airbus A359 China Airlines diretto a Taipei con 242 passeggeri a bordo

Più informazioni su

Fiumicino – Torre di controllo, equipaggio, passeggeri e soccorritori con il fiato sospeso notte di martedì 5 giugno all’aeroporto “Leonardo da Vinci” per un’emergenza in volo che ha riguardato il velivolo della China Airlines decollato alla volta di Taipei. Un’avaria ha costretto all’immediato rientro dell’aereo che ha dovuto scaricare in mare circa 90 tonnellate di carburante.

L’emergenza ha riguardato il volo CI076 della China Airlines condotto in code sharing con Alitalia. Diretto da Fiumicino a Taipei con 242 passeggeri a bordo, il Airbus A359 secondo il programma operativo è decollato alle 19,47 dal T3 ma ha dovuto fare rientro per un problema tecnico al motore 1.

Immediatamente si è messa in moto la macchina delle emergenze con vigili del fuoco e torre di controllo al servizio esclusivo del volo che è tornato indietro. Come previsto dalla procedura, prima di effettuare l’atterraggio il pilota del velivolo China Airlines ha dovuto alleggerire l’aereo e quindi provvedere alla dispersione in mare di quasi tutto il carico di carburante stivato nei serbatoi. Stiamo parlando di 90 tonnellate di jet fuel disperso nel Tirreno dopo la nebulizzazione conseguente al rilascio in volo.

Il Boeing 350-900 al rientro in aeroporto dopo l'emergenza

L’Airbus A359 al rientro in aeroporto dopo l’emergenza

L’atterraggio è avvenuto una manciata di minuti prima delle ore 22,00 con i mezzi di soccorso schierati ai lati della pista. Tutto è andato per il meglio e i 242 passeggeri hanno potuto tirare un sospiro di sollievo al momento dello sbarco mezz’ora dopo a uno dei finger del T3 come mostrano le immagini rilevate dalla cam di sicurezza dell’aeroporto.

Più informazioni su