Seguici su

Cerca nel sito

‘Civitavecchia Blue Agreement’, rimandata a fine giugno la firma dell’accordo

Il sindaco Cozzolino: "La città ci chiede a gran voce interventi per diminuire l'impatto ambientale dei fumi in porto e questa iniziativa è un primo ma importante passo"

Civitavecchia – Rimandata a fine mese la firma dell’accordo volontario (ribattezzato “Civitavecchia Blue Agreement) per la riduzione delle emissioni di zolfo delle navi traghetto nel porto di Civitavecchia.

Nella giornata di ieri, presso la Capitaneria di Porto, si è tenuta una riunione – organizzata dal Comandante Vincenzo Leone – sulla questione che ha visto la presenza del Sindaco Antonio Cozzolino, dell’Assessore all’Ambiente, Alessandro Manuedda, del Presidente del Consiglio, Dario Menditto, dell’Adsp con il presidente avv. Di Majo e l’ing. Burgio e dei rappresentanti degli armatori.

La riunione è stata aggiornata per gli ultimi giorni di giugno, quando è prevista la firma sul documento condiviso dai presenti al tavolo.

“Speravo si potesse firmare ieri – ha affermato il Sindaco Cozzolino – ma gli armatori ci hanno chiesto di sistemare e limare alcuni dettagli che non modificano il senso e la funzionalità dell’accordo. Il ‘Civitavecchia Blue Agreement’ è un qualcosa a cui teniamo molto come amministrazione e che grazie al lavoro del Comandante Tarzia prima, e del Comandante Leone poi, sta arrivando a conclusione”.

“Un lavoro che è comunque un punto di partenza e che, in questo anno, ha portato gli armatori a promuovere autonomamente forme di abbattimento delle emissioni come ad esempio l’alimentazione con batterie elettriche installate a bordo durante lo stazionamento in porto”, ha aggiunto il primo cittadino.

“Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Adsp per la fattiva e concreta collaborazione: la città ci chiede a gran voce interventi per diminuire l’impatto ambientale dei fumi in porto e questa iniziativa è un primo ma importante passo in questa direzione”, ha concluso Cozzolino.