Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Lo scaffale dei libri

Incontri d’autore, Massimo Lugli e Andrea Frediani: “Iniziative che fanno bene alla lettura”

La stagione della lettura favorita dagli incontri con gli scrittori proposta dalla Federbalneari. Parlano Massimo Lugli e Andrea Frediani

Più informazioni su

Ostia – Massimo Lugli e Andrea Frediani, primi scrittori del programma di promozione letteraria negli stabilimenti Federbalneari, sono entusiasti. “Un’iniziativa che fa bene, fondamentale per aiutare la lettura, viaggiare con la fantasia pur stando seduti sotto l’ombrellone”.

Ostia

Libri in spiaggia per lettori d’amare, la rassegna di 15 incontri negli stabilimenti balneari di Ostia, è iniziata. Giovedì 14 giugno Massimo Lugli e Andrea Frediani hanno presentato il loro volume “Lo chiamavano gladiatore”, un romanzo accattivante e pieno d’azione che mette a confronto due storie parallele a distanza di venti secoli. E’ la storia di due giovani caduti in rovina e costretti a lottare, nel vero senso del guerreggiare, per sopravvivere e riconquistare la loro libertà. In mezzo storie d’amore ma, soprattutto, una droga che moltiplica l’energia e riduce la sensibilità al dolore.

Il primo incontro ha avuto luogo presso lo stabilimento Sporting Beach in una cornice che neanche la pioggia battente caduta su Roma ha potuto minimamente guastare. Nel gazebo del giardino interno allo stabilimento una moltitudine di lettori ha seguito la narrazione, gli aneddoti e la grande capacità affabulatoria della coppia di autori.

Soddisfazione, oltre che dai lettori, è stata espressa da parte degli autori. “Queste iniziative – sottolinea Massimo Lugli – aiutano da morire a leggere, soprattutto quando sono ben fatte come in questo caso, in questi contesti. La gente d’estate grazie a Dio legge di più, detto che comunque legge sempre poco perché basta girare tra gli ombrelloni per vedere tutti smanettare sul cellulare. Però quei pochi libri si leggono soprattutto d’estate e queste iniziative sono una spinta fondamentale”.

LUGLIFREDIANI

In spiaggia – aggiunge Andrea Frediani – vedo sempre più spesso bagnanti con il cellulare in mano o con le riviste e sempre meno con i libri. Questo è un libro tutto sommato scorrevole, leggero, avvincente, che ti prende e di coinvolge. Perché non leggerlo come se si vedesse una serie televisiva?”.

Grande sforzo da parte dell’associazione “Ostia incontra l’autore”, l’associazione di sole donne che organizza la rassegna. “Siamo un’associazione culturale fondata da donne che amano Ostia e la lettura – ci tiene a sottolineare la presidentessa, Sabrina Deligia, ideatrice anche di Book(s) on the beach Siamo scese in campo con l’obiettivo di sostenere la lettura come mezzo di aggregazione piuttosto che come strumento di isolamento. Vogliamo essere risorsa ed opportunità di promozione del diritto alla lettura sul mare di Roma in collaborazione con associazioni, istituzioni, fondazioni culturali e piccole e medie imprese. Cuore della nostra mission è il lettore da amare”. Tra le organizzatrici più attive anche Terry D’Antoni.

La piacevole serata si è conclusa con la degustazione dei vini dell’azienda vinicola Federici e con un ricco buffet offerto dai padroni di casa e dai partner dell’associazione “Ostia incontra l’autore” (Crik Crok, ICaffè, Algida e Acqua San Benedetto).

Andrea Frediani tornerà a Ostia giovedì 28 giugno, presso lo stabilimento “Il delfino” di piazzale Magellano 33, ore 18,30, per presentare il suo romanzo ambientato nel periodo rinascimentale “La spia dei Borgia”. Massimo Lugli, invece, tornerà il 28 agosto a Ostia (stabilimento La Vela, lungomare A. Vespucci 120, ore 18,30) per presentare, insieme con Antonio Del Greco, il volume “Il canaro della Magliana”.

Il programma completo della rassegna si può consultare su ostiaincontralautore.it.

Più informazioni su