Seguici su

Cerca nel sito

Scauri, è “Fammi male” di Francesca Bertuzzi l’ultimo appuntamento di “Libri sulla sabbia”

Tanto thriller e suspense nell'appuntamento di chiusura di "Libri sulla sabbia."

Minturno – Volge al termine la rassegna letteraria “Libri sulla sabbia“, organizzata dall’associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”.

Venerdì 6 luglio, alle 21, presso il lido “Il Vascello” di Scauri sarà ospite per l’ultimo appuntamento della kermesse la scrittrice Francesca Bertuzzi, che presenterà il suo ultimo thriller “Fammi male”, edito da Mondadori. Modera l’incontro la giornalista Erminia Anelli.

Di seguito riportiamo la trama del romanzo e una breve biografia dell’autore.

 

Il libro

Ana è disposta a tutto – ingannare, sedurre, ricattare – per scappare dalla città-clinica. Ha ventitré anni e li ha trascorsi tutti nel non-luogo fondato da suo padre in Svizzera, chilometri di laboratori su laboratori popolati da pazienti e da camici bianchi che, come novelli dèi dell’Olimpo, sperimentano le più moderne tecnologie mediche e farmaceutiche nel tentativo di vincere i limiti della scienza. E lei è il fiore all’occhiello delle loro manie di onnipotenza. Ana è “un esperimento, un abominio, una replica”: il suo corpo è in tutto e per tutto uguale a quello della primogenita dei suoi genitori, Anabelle, morta quando aveva più o meno la sua età di oggi. Ma ora Ana è più che mai determinata a scoprire che sapore ha la libertà. Anche perché alcuni sogni ricorrenti hanno cominciato a martellare il suo subconscio. Ed è proprio inseguendo questi incubi che si ritroverà sul litorale abruzzese di Vasto, teatro di molte delle sue visioni notturne. Lì assolderà un’investigatrice privata, la giovane e sexy Arancia – destinata a rivelarsi molto più di una semplice professionista -, e insieme a lei scoprirà che Anabelle è morta proprio a Vasto, durante una vacanza, in circostanze misteriose.

 

L’autrice

 

Ha conseguito il Master biennale in “Teoria e Tecnica della Narrazione” alla Scuola Holden di Torino e seguito un laboratorio di regia diretto da Marco Bellocchio e Marco Müller, e si è dedicata alla scrittura cinematografica, vincendo premi e riconoscimenti internazionali con diversi cortometraggi. Ha diretto e montato il backstage del film “Vallanzasca – Gli angeli del male” di Michele Placido. Con la Newton Compton ha pubblicato “Il carnefice”, vincendo il premio letteratura e cinema Roberto Rossellini 2011; “La paura” (2012), “Il sacrilegio” e “La belva”, entrambi nel 2013.

(Il Faro on line)