Seguici su

Cerca nel sito

Juventus, Cristiano Ronaldo presentato alla stampa: “Sono pronto per la Juve, lascerò il segno”

Bastano queste parole del fenomeno per aumentare l’entusiasmo spasmodico che ha colpito il popolo bianconero da quando ne è stato annunciato l’acquisto. Presentato in conferenza stampa. Ha abbracciato compagni e mister. I tifosi lo hanno incontrato al J Medical

Il Faro on line – E’ stato facile scegliere la Juventus, per Cristiano Ronaldo. Lo dichiara all’inizio dell’affollatissima conferenza stampa al Club Gianni e Umberto Agnelli.

Arriva alle ore 18,32 e si siede dinanzi all’immensa platea di giornalisti. Tutti per lui. Anche lì. Sorride. E’ a suo agio il fenomeno globale, che da quando ha detto si alla Vecchia Signora, si sono moltiplicati a livello esponenziale i like, i followers, gli acquisti delle maglie e le follie dei tifosi bianconeri.

E’ un giocatore della società migliore d’Italia. La definisce in questo modo CR7. E vuole vincere ancora a Torino. Madrid e Manchester hanno fatto la storia per lui e per il calcio, insieme a lui. Ma Ronaldo sa che può prolungare quel mito che da Torino riparte dopo i Mondiali: “Lascerò un segno nella storia di questo club”. Bastano le sue parole ad aumentare il già sproporzionato entusiasmo che sta colpendo il popolo bianconero in queste ore.

“Sono pronto per la Juve”. Dal 29 luglio si unirà al gruppo che ha già conosciuto nel pomeriggio di oggi, prima della presentazione alla stampa. Tutti felici i suoi compagni nell’accoglierlo. Giorgio Chiellini lo ha abbracciato con affetto e i ragazzi del settore giovanile hanno posato accanto a lui per alcune foto. Un calciatore da emulare, Cristiano. Sul campo. Ma lui vuole lasciare un segno anche fuori dal rettangolo di gioco: “Voglio essere un esempio dentro e fuori dal campo. Per come mi alleno, per come aiuto i giovani. L’età non conta. Mi sento bene e sono motivato”. E’ carico il campione d’Europa. Di quel continente che lui ha conquistato 4 volte. Ed è convinto che anche la sua nuova squadra potrà farlo presto, con lui: “Lotteremo per tutti i trofei – ha detto Cristiano – credo che avremo la possibilità di vincerla, perché qui a Torino, ci sono andati vicini. La Juve non ha vinto perché le finali sono sempre partite particolari”.

Lo sognano i tifosi. CR7 che alza la Coppa dalle grandi orecchie con la maglia della Vecchia Signora. E’ stata la prima richiesta questa mattina. Tutti assiepati e sin dalle prime ore dell’alba torinese, una folla consistente di tifosi bianconeri lo ha aspettato di fronte al J Medical: “Portaci la Champions”. Il canto che si è librato nell’aria. E anche lui lo ha fatto. Tra una visita e l’altra e tra una stretta di mano e l’altra, il campione portoghese ha cantato: “Giuve, Giuve..”. naturalmente, in lingua portoghese. Si è già ambientato allora ed è molto felice che la sua squadra della prossima stagione lo abbia voluto.

E’ iniziata allora la sua avventura in bianconero e si unirà alla squadra negli Stati Uniti. Al termine della press conference, ha posato per le foto di rito. Andrea Agnelli, Fabio Paratici, Giuseppe Marotta e Jorge Mendes accanto a lui. E lui ? Con la maglia della Juve tra le mani. Il numero 7 e un sorriso lucente. Lucente.. come i sogni di gloria.