Seguici su

Cerca nel sito

Antonio Tajani a Roma con Davide Bordoni: Forza Italia un impegno sociale e politico costante sul territorio

Il Coordinatore Romano Bordoni, riunisce nella Capitale la classe dirigente politica Romana di Forza Italia

Roma Città Metropolitana – Ieri sera, nella bella cornice verde della Tenuta dei Massimi, sulla via Portuense a Festa estate_Bordoni_5Roma, si è tenuto un interessante incontro politico organizzato da Davide Bordoni, Coordinatore Romano di Forza Italia, alla presenza del neoeletto Vice Presidente del Partito, nonché attuale Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.

Festa estate_Bordoni_2Come sempre, c’è da segnalare la presenza del Senatore Francesco Maria Giro ed i Deputati Paolo Barelli e Maria Spena che, insieme a quella di molti militanti, hanno testimoniato la compattezza del gruppo politico Romano Coordinato da Davide Bordoni.

Festa estate_Bordoni_4Alla riunione, come dichiarato da Bordoni che ha chiamato accanto a Sé tutta la dirigenza romana del Festa estate_Bordoni_10partito, Consiglieri e Coordinatori, per tracciare le linee di un’azione determinata a riportare Forza Italia al centro dell’attenzione politica, il partito si pone come forza di centro destra moderata, alternativa ai disastri lasciati dalla sinistra e a quelli dell’inefficienza ed incapacità gestionale amministrativa che, l’attuale Giunta Raggi, sta dimostrando giornalmente.

Davide Bordoni: Forza Italia, unica alternativa moderata di centro destra

A prendere la parola per primo è stato il Coordinatore Romano e  capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale, Davide Bordoni, il quale ha voluto subito “rivendicare” l’azione politica moderata del partito di centro destra e la considerazione che Forza Italia ha in Europa, grazie anche alle conoscenze e competenze politiche che Antonio Tajani ha saputo mettere in campo. (per vedere il video dell’intervento di  Bordoni, cliccare sul questo LINK)

Festa estate_Bordoni_8Bordoni ha voluto evidenziare la coerenza dimostrata da Forza Italia nel mantenere fede al contratto di Governo sottoscritto con gli alleati e come, invece, altri non lo hanno fatto.

Poi, il Coordiantore Romano porta l’attenzione sulla Capitale abbandonata a se stessa da una gestione amministrativa della Giunta Raggi, inadeguata, incompetente e inesistente. “La politica del nulla“, come l’ha definita più volte in altre occasioni.

Roma, ha tanti problemi – dichiara Bordoni -, da quelli della manutenzione delle strade, di cui dobbiamo, purtroppo, ricordare anche le molte persone rimaste vittime in incidenti stradali, spesso mortali, a causa di un manto stradale dissestato e disastrato. Così come – continua il Coordinatore Romano di Forza Italia -, è allarmante, fino a toccare i limiti dell’indecenza, la mancata capacità da parte della Giunta Raggi di gestire, adeguatamente, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che, lasciati marcire in strada, hanno ridotto la Capitale ad una discarica a cielo aperto; per non parlare poi, della mancanza di controlli del dilagante abusivismo commerciale che penalizza chi lavora in regola e nel rispetto delle leggi, e così via per tanti altri problemi che affliggono i cittadini romani. La Raggi, ha portato Roma ad uno stato comatoso“.

Occorre, pertanto, che Forza Italia – conclude  Bordoni – continui con responsabilità, come ha sempre dimostrato, le sue battaglie sul territorio tra la gente, per ascoltare le istanze di cittadini e sulla base di ciò, attuare azioni politiche nelle sedi preposte: parlamento, regione, città metropolitana e comune, affinché si possa concretizzare il vero cambiamento di rotta nel nostro Paese. Abbiamo la forza, la capacità, l’esperienza ed ora anche una guida autorevole come Antonio Tajani, persona che ha partecipato alla fondazione del partito; che ha ricoperto la carica di Coordiantore Regionale; persona sempre eletta con le preferenze della gente e per questo, conoscitrice del territorio, sul quale lavora a stretto contatto con i Sindaci, i Consiglieri Regionali e Comunali”.

Infine, Bordoni, prima di lasciare la parola a Tajani, ha voluto evidenziare la grande lungimiranza del Presidente Berlusconi, il quale ha saputo individuare nella figura dello stesso Tajani, il profilo politico ideale per rilanciare il partito verso l’ottenimento di sempre maggiori consensi tra l’elettorato moderato.    

Antonio Tajani: Dalla Convention di Forza Italia del 21/22/23 settembre 2018, nuove idee per accrescere i nostri consensi a livello Nazionale

La piacevole serata d’estate, accarezzata da una leggera brezza che rendeva l’aria gradevole, continuava con l’intervento del nuovo Vice Presidente di Forza Italia, attuale Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. (per vedere il video integrale dell’intervento di Tajani cliccare su questo LINK)

Festa estate_Bordoni_9Il Vice Presidente del partito iniziava il suo discorso concentrando l’attenzione dei presenti sulla necessità di tenere alta la partecipazione di tutti i militanti, Consiglieri, Coordinatori territoriali, Deputati e Senatori, in un’azione comune, costante e continuativa, abbracciando anche nuove realtà civiche che si ispirano ai principi su cui fonda le sue radici il partito di Forza Italia.

In questo modo – afferma Tajani -, potremo ottenere molti consensi in tutta Italia, affermandoci come l’unico grande movimento di moderati del centro destra“.

Dobbiamo essere pronti ad intervenire – aggiunge Tajani – laddove il matrimonio tra ‘M5S/Lega‘ si andrà ad esaurire, perché sono troppo evidenti i contrasti in relazione ai tre punti del programma di Governo a cui stanno lavorando le due forze politiche: Reddito di cittadinanza; Abolizione Legge Fornero; Flat Tax. Tre punti che non potranno essere realizzati, in quanto non ci sono i soldi per farlo“.

Tajani, fa riferimento poi, al prossimo Convegno Nazionale di Forza Italia che si terrà intorno alla terza decade del mese di settembre 2018 a Fiuggi ed in particolare, ad una fase “pre-convention” che si prefigge di far partecipare attivamente, attraverso il web, tutti coloro che vivono il partito come simpatizzantiattivisti e/o con incarichi istituzionali, nel progetto di sviluppo di nuove idee finalizzate a creare un modello nuovo di azione politica condivisa da tutto il partito. In questo spazio virtuale (On-line) verranno proposti argomenti su cui il popolo dei moderati potrà confrontarsi e decidere in merito a nuove line guida da seguire.

La nuova stagione che partirà da settembre prossimo – continua Tajani – porterà anche a rinnovare la classe dirigente eletta sui territori, così come avremo una nuova struttura organizzativa, dove ci saranno dei dipartimenti che non saranno solo un luogo di raccolta ma, una fucina di idee dove tutti coloro che vorranno partecipare, potranno essere parte del dibattito, settore per settore“.

Il focus politico, successivamente, si sposta sul mondo del lavoro e sulla mancanza dell’offerta lavorativa e della precarietà in cui vertono molti lavoratori. “Voucher – sottolinea Tajani -, sono una garanzia da un punto di vista del lavoro regolare anche se non rappresentano una continuità lavorativa come i contratti a tempo indeterminato. Al contempo, dobbiamo aiutare le piccole e medie imprese a sviluppare maggior lavoro, riducendogli la burocrazia, abbassando la pressione fiscale, immettendo norme che agevolano chi assume a tempo pieno, in particolare a chi offre prospettive di lavoro future ai giovani “.

Il problema dei giovani è molto sentito dal Vice Presidente di Forza Italia che, mentre accusa l’attuale Governo di non sviluppare politiche volte a risolverlo, afferma che questo sarà un punto fermo sul quale lui stesso ed il movimento politico che rappresenta si dedicheranno con decisione. “Una classe politica che non si preoccupa del futuro dei nostri Figli – afferma Tajani -, è una classe politica irresponsabile, ed io non vedo un grande impegno sui giovani da parte di questo Governo“.

L’intervento di Tajani si chiude richiamando ancora una volta la partecipazione di tutta la classe dirigente, ad un impegno sempre maggiore sul territorio. “E’ finita l’epoca – conclude il Vice Presidente – dove il parlamentare poteva concedersi week end al mare. Occorre stare costantemente sul territorio per ascoltare i cittadini, farsi carico delle responsabilità e risolvere i problemi. Il fatto che questa sera, qui ci siano oltre a tanti altri consiglieri comunali e municipali, anche due deputati ed un senatore, dimostra che l’impegno a procedere in tal senso è stato recepito dalla nostra classe dirigente“.

(Il Faro on line)