Seguici su

Cerca nel sito

Arcidiocesi di Gaeta, è Maria Giovanna Ruggieri il nuovo direttore della fondazione “Migrantes”

La fondazione "Migrantes" si occupa dell'evangelizzazione e della cura pastorale dei migranti, italiani e stranieri.

Gaeta – L’arcivescovo di Gaeta Luigi Vari ha nominato direttore diocesano “Migrantes” la professoressa Maria Giovanna Ruggieri, attualmente presidente dell’Unione Mondiale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche (Umofc) e tesoriere dell’associazione Diocesana “Vittorio Bachelet”, collegata all’Azione Cattolica di Gaeta.

Originaria di Itri, la professoressa Maria Giovanna Ruggieri si è laureata in lingue e letteratura straniera presso l’Università La Sapienza di Roma. Già professoressa di lingua inglese presso il liceo classico “Vitruvio Pollione” di Formia, è stata impegnata attivamente nell’Azione Cattolica Italiana: vicepresidente diocesana giovani dal 1977 al 1979, presidente diocesana dal 1989 al 1994, vice presidente nazionale per il settore adulti dal 1999 al 2002. Nel 2010 è eletta presidente mondiale dell’Umofc dall’assemblea generale svolta a Gerusalemme con 500 partecipanti di 40 organizzazioni.

La Fondazione “Migrantes” è l’organismo costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana nel 1987 per accompagnare e sostenere le Chiese particolari nella conoscenza, nell’opera di evangelizzazione e nella cura pastorale dei migranti, italiani e stranieri, per promuovere nelle comunità cristiane atteggiamenti e opere di fraterna accoglienza nei loro riguardi, per stimolare nella società civile la comprensione e la valorizzazione della loro identità in un clima di pacifica convivenza, con l’attenzione alla tutela dei diritti della persona e della famiglia migrante e alla promozione della cittadinanza responsabile dei migranti.

Le attività della Migrantes si rivolgono a singoli, famiglie e comunità coinvolte dal fenomeno della mobilità umana, e in modo particolare: gli immigrati stranieri; i migranti interni italiani; i rifugiati, i profughi, gli apolidi e i richiedenti asilo; gli emigrati italiani; la gente dello spettacolo viaggiante; i Rom, Sinti e nomadi.

(Il Faro on line)