Seguici su

Cerca nel sito

Filippo Tortu verso Berlino, comincia l’avventura agli Europei: “Voglio il personale sui 100, siamo una squadra di talenti”

Partenza questa mattina verso la Germania, insieme al resto della numerosa truppa azzurra. Da lunedì tutti in gara. Tortu inizierà direttamente dalla semifinale, per la specialità regina

Il Faro on line – Sta per vivere l’avventura europea Filippo Tortu. Quella competizione inseguita tutto l’anno e di cui ha parlato spesso nelle sue interviste, sta per aprirsi ai suoi occhi.

E’ il suo primo torneo continentale assoluto e dopo che ha firmato la storia. Con il record italiano sui 100 metri, nelle gambe, strappato con rispetto a Pietro Mennea, partirà questa mattina dall’Aeroporto Leonardo Da Vinci, insieme alla Nazionale Italiana di atletica leggera.

Gli Europei di Berlino cominceranno da lunedì prossimo e il programma sarà fitto di impegni. Subito in semifinale però Filippo. E’ tra i primi 12 atleti dei 100 metri d’Europa e l’European Athletics gli spalanca le porte direttamente sul secondo turno. Positivo. Niente batterie prima della semifinale e niente stress aggiunto. Solo due step, prima del podio.

Sui 100 metri, la Freccia Gialloverde, con la divisa azzurra, percorrerà la pista dell’Olympiastadion per prendersi la medaglia del podio. Quale colore avrà ? Non si sa. Si sa soltanto che Super Pippo intanto vuole prendersi quel tempo suo in pista. E solo suo: “L’obiettivo è sempre lo stesso: fare il personale – ha dichiarato come indicato dal comunicato diffuso sul sito ufficiale della Fidal – vado a Berlino deciso a battermi per qualcosa di importante”. Ha precisato l’atleta delle Fiamme Gialle. Quel 9.99 conquistato lo scorso 22 giugno a Madrid potrebbe portare bene alla causa/sogno vittoria.

E’ in ottima forma, Tortu. In questi giorni, ha concluso la preparazione al Centro Sportivo delle Fiamme Gialle di Castel Porziano e punta a grattare sempre qualche secondo in meno, in pista: “So soltanto che da 9.98 in giù, tutto è ben accetto”. Come non potrebbe ? Un crono da medaglia. Pensa a se stesso, il recordman dei 100 metri e adora fare squadra con i suoi compagni: “Siamo una Nazionale numerosa e ricca di grandi talenti – ha sottolineato – e con la staffetta 4×100 – ha aggiunto – abbiamo ottime possibilità di andare bene. Mi sento legato ai miei compagni”.

Ai Giochi del Mediterraneo, si è preso l’oro Filippo, con la staffetta e volare a Berlino con il desiderio di ripetersi è entusiasmante. L’Italia ha la sua stella sui 100 metri. E davanti al televisore, tutti i tifosi vorranno vederlo correre, più di tutti. Con quella sua falcata ampia, veloce e pulita. Berlino aspetta.