Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Mauro Ziroli, deluso dalle tante aspettative disattese da parte del Comune di Ardea, lascia la presidenza del Comitato di Quartiere di Colle Romito

L'ex Presidente, in particolare fa riferimento alle aspettative disattese sottoscritte in un 'Protocollo d'intesa'

Ardea – Mauro Ziroli, con una lettera inviata al Sindaco Mario Savarese, a tutti i Consiglieri, al Segretario Comunale Inches, nonché agli organi di stampa, si è dimesso ieri dalla carica di Presidente del CdQ di Colle Romito.

La sua decisione si poggia, principalmente, sulle aspettative disattese da parte dell’Amministrazione Comunale e nello specifico, riguardo al “Protocollo d’Intesa” che nel giugno del 2017 fu sottoscritto, integralmente, dai cinque candidati a Sindaco: Luca Fanco, Alessandra Cantore, Monica Fasoli, Barbara Tamanti, Luca Vita e, parzialmente sottoscritto, dall’altro candidato, all’epoca in corsa per la poltrona di Sindaco, Mario Savarese ed oggi primo cittadino di Ardea.

In merito all’attuale Sindaco Mario Savarese, Ziroli sottolinea che le promesse fatte in campagna elettorale e gli impegni che lo stesso Sindaco si era assunto di intraprendere, sono svaniti nel nulla.

Nella sua missiva, Ziroli, considera deludente anche l’allontanamento del Segretario Comunale Tindaro Camelia, al quale riconosce il merito di aver, almeno, ascoltato le ragioni dei Consorzi in termini di legalità.

Mauro ZiroliPotrei dilungarmi – dichiara Ziroli nella sua lettera di dimissioni – sulle promesse che questa amministrazione comunale ha fatto alla cittadinanza ed in particolar modo a noi delle associazioni, potrei dire quante volte mi sono incontrato con Mario Savarese per spiegargli quello che accadeva nei consorzi e le leggi che ne vincolavano le attività…tante volte! Risultato: il nulla assoluto

Questo aspetto evidenziato da Ziroli, riguardo una ‘immobilità‘ nelle azioni che spettano ad un’Amministrazione comunale, da intraprendere con una certa solerzia e velocità, condannano i consorziati, secondo lo stesso Ziroli, a subire le conseguenze di tale gestione, dovendo quest’ultimi pagare opere che non dovrebbero e, in alcuni casi, anche due volte: una al Consorzio e l’altra al Comune.

Il signor Sindaco – continua Zirolisarebbe dovuto intervenire con le sue risorse per poter ristabilire la legalità. Niente di tutto ciò, e tutto è esattamente come, se non peggio di prima“. (per leggere la lettera integrale delle dimissioni di Mauro Ziroli, cliccare su questo LINK)

Per onor di cronaca, la situazione dei Consorzi è piuttosto complicata ed è uno dei tanti nodi difficili da sciogliere, riguardo i problemi che affliggono Ardea e non si può escludere che già nel luglio del 2014, come riportato nelle pagine del nostro giornale, i proprietari degli immobili del Complesso residenziale di Colle Romito, rappresentati dal Presidente Romano Catini, lamentavano al Sindaco di all’ora, Luca Di Fiori, la mancanza di interventi da parte della sua Giunta finalizzati ad onorare gli impegni presi con il consorzio stesso.

 

(Il Faro online)