Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, mareggiata impietosa: riprende l’erosione

La potente mareggiata di libeccio ha risucchiato in una notte una ventina di metri di spiaggia. Danni gli stabilimenti e problemi per la Sagra della Tellina

Ostia – La mareggiata di libeccio ha dato nuova forza all’erosione: in una notte le onde hanno fatto sparire una ventina di metri in alcuni punti della costa ostiense. La zona più provata è quella a levante del Canale dei Pescatori. Se il maltempo proseguirà sarà un problema anche l’approvvigionamento delle telline per la Sagra che inizia martedì 28 agosto.

Ostia

Il mare ha squarciato la linea di costa a sud del Canale dei Pescatori. Negli stabilimenti La Pinetina e La nuova pineta l’erosione ha ripreso con forza causando ancora danni. Le macerie causate dalle mareggiate invernali, che si attendeva venissero messe in sicurezza da parte delle amministrazioni pubbliche, sono ancora lì e la forza d’urto delle onde, che hanno raggiunto i due metri e mezzo di altezza, ha provocato ulteriori danni.

Nel video il commento dell’ex consigliere municipale Stefano Salvemme.

Se il maltempo proseguirà ci saranno problemi nell’approvvigionamento del gustoso frutto di mare legato alla Sagra della Tellina che inizia il 28 agosto. Telline e cozze da servire nei piatti, eventualmente, non saranno nostrne e arriveranno da altre zone d’Italia.

La Regione Lazio continua nel suo assurdo silenzio. Nonostante un cospicuo finanziamento sia disponibile da anni per le opere di difesa a mare lungo la costa di levante, l’amministrazione regionale assiste inerme all’avanzata del mare ed ai danni che provoca.