Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Consorzi, Monica Fasoli (Liberiamo Ardea) scrive al Sindaco e al Comando della Polizia Locale

Fasoli: 'E' inaccettabile che i Presidenti dei Consorzi possano prendere decisioni sempre in modo insindacabile'

Ardea – Alcuni cittadini, capitanati da Monica Fasoli (ex candidata a Sindaco nell’ultima tornata elettorale ad Ardea), scrivono al Sindaco Mario Savarese, al quale lamentano le mancate promesse fatte in campagna elettorale nella primavera del 2017, riguardo il ripristino della legalità e sicurezza nei consorzi del Comune di Ardea.

Colle Romito, così come gli altri consorzi del territorio, – dichiara Monica Fasoli – sembrano essere sempre più un comune nel Fasolicomune, nei quali, secondo l’umore di ogni singolo presidente che li rappresentasi cambia la viabilità, si installano gabbiotti abusivi, si fanno allacci in pubblica fognatura, si usano piazzole come deposito di rifiuti in barba anche ad ordinanze sindacali, si sbarrano con cancelli strade e parchi pubblici. E’ quello che è successo ad una nostra socia del Consorzio che, – continua Fasoli – recatasi alla polizia locale per fare un esposto contro l’abuso di installazione dei cancelli con tanto di lucchetti, nella ‘via Lattea‘ all’interno del Comprensorio, è stata invitata a rivolgersi al presidente dello stesso complesso consortile, perché sembrerebbe che è lui a decidere se chiudere o no strade di pubblico transito. E questo è un’assurdità, a mio avviso, oltre al fatto che, – conclude Fasoli – laddove dovessero presentarsi delle urgenze alle quali sono chiamati ad intervenire le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e/o ambulanze, il problema sarebbe gravissimo, perché i cancelli con tanto di lucchetto, impedirebbero ai soccorsi di intervenire tempestivamente e sappiamo, come in certi casi ogni secondo è prezioso per salvare delle vite!!!

Monica Fasoli è tra coloro che si sono sempre battuti e confrontati sulla discussa e complicata tematica dei Consorzi e a tal Via Lattea_2proposito, sorretta dalla sua lista civica (Liberiamo Ardea), ha inoltrato all’ufficio protocollo del Comune, una lettera indirizzata al Sindaco Mario Savarese e al Comando della Polizia Locale per chiedere un intervento urgente di verifica della regolarità urbanistica e viaria a seguito dell’installazione di cancelli su strade di pubblico transito e servitù di uso Via Lattea_1pubblico nel Comprensorio di Colle Romito. (La lettera integrale è scaricabile al seguente LINK)

Vorrei aggiungere che, – continua Fasoli –  durante la campagna elettorale per le amministrative ad Ardea, lo scorso anno, su otto candidati a Sindaco, insieme alla sottoscritta Monica Fasoli, Alessandra Cantore, Luca Fanco, Barbara Tamanti, Luca Vita, firmammo un protocollo d’intesa per risolvere i problemi che da anni affliggono i cittadini dei Consorzi  e che nessuna amministrazione ha mai preso in considerazione (cliccare sul LINK per scaricare il documento “protocollo d’intesa” ORIGINALE) . E’ bene anche ricordare che il M5S , con il suo Candidato a Sindaco, oggi primo cittadino Mario Savarese, prima di firmare il documento d’intesa, gli volle apportare delle modifiche“. (cliccare sul LINK per scaricare il documento integrale del “protocollo d’intesa” MODIFICATO)

Ad onor di cronaca e come evidenziato anche dall’Associazione “Per Lupetta”, a tale “protocollo d’intesanon presero parte all’epoca i Candidati a Sindaco Massimiliano Giordani e Alfredo Cugini, facendo risentire gli organizzatori dei consorzi che si erano adoperati per riunire tutti i candidati alla poltrona di primo cittadino alla sottoscrizione di un accordo condiviso. “Lasciateci invece sostenere il nostro disappunto – si legge nel comunicato emanato dall’Associazione Per Lupetta (cliccare su questo LINK per scaricare il documento) –  per la ‘latitanza‘, senza dare alcun preavviso agli organizzatori, dei signori ALFREDO CUGINI e MASSIMILIANO GIORDANI i quali, oltre a dimostrare la totale indifferenza agli argomenti trattati, palesano una grave ed inaccettabile mancanza di rispetto per i cittadini che sono intervenuti nonché per i loro rivali politici“.

 

(Il Faro on line)