Seguici su

Cerca nel sito

Cattivi odori alla darsena di Mola, ecco le soluzioni proposte da Acqualatina

Giovedì si è tenuto un'incontro pubblico tra amministrazione, residenti, commercianti e Acqualatina per discutere del caso dei cattivi odori alla darsena.

Formia – Dopo diversi episodi – l’ultimo in ordine di tempo risale allo scorso agosto – che hanno visto protagonista la darsena di Mola infestata da cattivi odori, questo giovedì, l’amministrazione comunale formiana, insieme ai residenti, agli esercenti di via Abate Tosti e ad Acqualatina hanno preso parte ha un’incontro pubblico per cercare una soluzione a questo annoso problema.

Durante l’incontro – a cui hanno preso parte il sindaco Paola Villa,accompagnata dall’ingegner Orlando Giovannone; mentre, per Acqualatina erano presenti l’ingegner Giorgio Stagnaro direttore operativo, i geometra Antonio Raponi responsabile manutenzione, Prisco Venturo, coordinatore impianti e reti e, infine,  i progettisti incaricati per la sistemazione di Piazza Purificato, architetti Francesco Russo e Gaetano Camerota – gli incaricati della società Acqualatina hanno esposto alcune soluzioni definite nell’ambito del tavolo tecnico istituito con il Comune per far fronte all’emergenza del periodo estivo (Leggi qui il nostro articolo al riguardo).

Tra le proposte avanzate dalla società circa i cattivi odori alla darsena spiccano l’inserimento di una paratia mobile all’interno di un pozzetto e la realizzazione di nuove linee previo approfondimento e verifiche delle linee di scarico degli edifici prospicienti piazza Purificato. Entro dicembre 2018, inoltre, al fine di migliorare la capacità di sollevamento, è previsto l’ampliamento della vasca di raccolta dei reflui sita nella piazza antistante la Torre di Mola.

L’incontro, che ha visto una partecipazione attiva dei residenti e dei commercianti di Via Abate Tosti, ha, poi, portato anche ad ulteriori richieste per il miglioramento della qualità della vita del quartiere tra le quali il dragaggio della darsena e lo spostamento al di fuori della litoranea delle linee di acque bianche.

Il modello attuato per risolvere le problematiche del quartiere di Mola e le esigenze emerse in estate è un primo approccio di collaborazione tra il Comune, i cittadini, gli Esercenti e la società Acqualatina che potrà essere replicato in altre zone della Città.

L’incontro si è concluso con la presentazione da parte degli architetti Russo e Camerota della sistemazione della Piazza Purificato. La parte del progetto che verrà a breve realizzata prevede la messa in opera di un percorso pedonale pavimentato e illuminato da Via Tullia al ristorante il Gatto e La Volpe e la creazione di un’isola ecologica a servizio delle attività del Borgo per la raccolta differenziata.

(Il Faro on line)