Seguici su

Cerca nel sito

Blitz antidroga all’Eur: in manette due spacciatori romani foto

I Carabinieri hanno rinvenuto il grosso quantitativo di droga occultato, in parte, all’interno di un borsone nell’armadio

Più informazioni su

Roma – Ieri pomeriggio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno eseguito diversi blitz antidroga nel corso di un servizio mirato al contrasto dello spaccio di stupefacenti “al dettaglio” nell’area compresa tra Eur e Ostiense.

In manette sono finiti due cittadini romani, di 37 e 40 anni, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri hanno notato il 40enne aggirarsi con fare sospetto in una nota zona di spaccio ed hanno deciso di seguirlo. Poco dopo, il 40enne è giunto in via Emilio Lami, a Monteverde, dove i Carabinieri lo hanno fermato per un controllo.

La successiva perquisizione nella sua abitazione, nella stessa via, ha portato al sequestro di 280 g di marijuana, 165 g di hashish e 50 g di cocaina, già divisi in dosi, di bilancini di precisione, materiale vario per taglio e confezionamento, oltre a 1.600 euro in contanti, ritenuti proventi dello spaccio.

Il 40enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliati, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

E’ finito invece nel carcere di Regina Coeli, il 37enne, senza occupazione e già noto per i trascorsi negli ambienti della droga, arrestato dai Carabinieri dopo che, nella sua abitazione, sono stati rinvenuti circa 29 kg di hashish.

Il blitz dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur, che lo tenevano d’occhio da qualche tempo, ha portato all’individuazione della sua abitazione, in via Ostiense, dove ritenevano potesse nascondere ingente quantità di droga.

La perquisizione, infatti, ha confermato che il 37enne utilizzava casa come vera base operativa per lo spaccio, dove nascondeva, in camera da letto, la sostanza stupefacente suddivisa in panetti.

I Carabinieri hanno rinvenuto il grosso quantitativo di droga occultato, in parte, all’interno di un borsone nell’armadio e, il resto, nel cassettone del letto.

(Il Faro online)

Più informazioni su