Seguici su

Cerca nel sito

Karate, Luca Maresca torna a sorridere, per lui l’oro della Premier League: “I am back!” foto

8 le medaglie dell’Italia a Berlino. Tra di esse, tre ori. Uno di esso appartiene a Maresca. Un match di alto livello agonistico e rabbia. Poi la gioia. L’abbraccio con il suo coach Cristian Verrecchia

Il Faro  on line – Due anni di buio. La spalla infortunata. Dolore. Nostalgia per il tatami. E domenica pomeriggio, Luca si è preso la sua rivincita personale e proprio verso Tokyo 2020. Anche suo il sogno. E’ giovane Maresca e può puntare alle Olimpiadi.

Il karateka delle Fiamme Oro ha vinto la Premier League. Pareggio al termine dei tre minuti della finale, ma battuto l’avversario per senshu. In base al regolamento gara. E quell’urlo di Luca al cielo. Il suo sfogo solitario. ha rimbombato tutto intorno. Il palazzetto di Berlino, pieno di lui. E della sua rivincita. Si è colorato di azzurro il cielo tedesco. Anche per Maresca. Un oro bellissimo nel suo kumite. Di ritorno dall’inferno.

E descrive la sua gioia Luca. Come riportato su un post, dopo la vittoria. Ringrazia i suoi allenatori mai stanchi di aiutarlo. Dedica un pensiero alla forza del gruppo di persone delle Fiamme Oro e guarda un po’ più in là. Ci saranno i Mondiali in Spagna, a novembre. E lui ci crede. Come sente forte, il richiamo delle Olimpiadi.

Sulla sua pagina ufficiale Facebook, scrive: “I am back ‼ Finalmente dopo tanti problemi e cambiamenti. Dopo tempo.., torno sul gradino più alto del podio in Premier League. La prima gara di vero punteggio Olimpico per la corsa alla qualificazione a Tokyo2020. In gara ci sono i primi 64 atleti più forti al mondo. Felice e soddisfatto, con la consapevolezza di essere ancora in piena preparazione per questo secondo semestre che prevede appuntamenti sempre più importanti, fino a quello fondamentale di novembre. Non posso non essere grato di tutto ciò al mio fantastico coach Cristian Verrecchia, che crede in me più di chiunque altro, con il quale lavoriamo e lavoreremo tutti i giorni, senza mai fermarci!
Al mio preparatore atletico Massimo Montecchiani, al mio instancabile, fantastico compagno di squadra Michele Martina, a tutto lo staff della nazionale con il DT che mi stimola di continuo e a tutta la mia squadra delle Fiamme Oro. Grazie a tutti per i tanti messaggi ricevuti. Il Bello deve ancora venire”.

E adesso ? Punti preziosi per le Olimpiadi. E Luca ci crede. Con il sorriso.

Foto : Fiamme Oro