Seguici su

Cerca nel sito

Trasporto scolastico nel caos, seconda giornata di passione per gli studenti

Continuano i disagi per gli studenti del territorio, lasciati a piedi dal trasporto pubblico. Cresce la rabbia sui social.

Fiumicino – Una situazione da girone dantesco: in questo sembra essersi trasformata la mattinata degli studenti di Fiumicino. Con tanto di legge del contrappasso, se vogliamo prenderla con ironia: “Per quante volte hai detto di voler marinare la scuola, altrettante volte il Cotral non passerà“.

Ma in realtà c’è poco da scherzare. Dopo le proteste di ieri (leggi qui l’articolo), anche stamattina, infatti, si registrano corse saltate e studenti rimasti a piedi: la vicenda dal trasporto scolastico, soprattutto di quello effettuato in direzione Ostia, non pare aver trovato un lieto fine, nonostante l’annunciato potenziamento delle corse che proprio stamattina avrebbe dovuto mettere fine alla questione (leggi qui la notizia).

Delle otto corse in più, che avrebbero dovuto tamponare il sovraffollamento e ridurre i disagi tra le 7 e le 8 del mattino, non si da notizia, almeno secondo i report – ormai più che dettagliati – dei tanti genitori che stanno documentando la situazione.

“Questa mattina, per vedere se le promesse fatte dal Cotral venissero rispettare, ho accompagnato mia figlia al capolinea alle ore 7,00. Alle 7,10 sarebbero dovuti partire ben 2 Cotral ma o sono diventata cieca opporre di questi autobus neanche l’ombra!?”

picturepicture

E a guardare gli scatti postati sui social verrebbe voglia di dare ragione a tutti quelli che in questo momento stanno sfogando la loro rabbia su Facebook, prendendosela – a torto o aragione – ora con l’Amministrazione comunale, che avrebbe il dovere di tutelare il diritto allo studio dei residenti, ora con l’ente gestore del trasporto pubblico, che non dovrebbe lasciarsi trovare impreparato all’avvio dell’anno scolastico.

“Credo che Cotral ci stia prendendo per i fondelli e credo che le istituzioni che governano la nostra città e anche quelle che stanno all’opposizione debbano assolutamente prendere provvedimenti seri e definitivi e la debbano smettere di fare promesse al vento!”