Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino: via Dente del Pasubio, la strada dimenticata

Mario Russo D'Auria: "Non capisco l'abbandono, come se il problema fosse stato risolto".

Fiumicino – “In un momento in cui la viabilità è al centro degli interessi e dei problemi dell’intera collettività, va ricordato con forza un problema che da anni blocca un collegamento viario e del quale nessuno sembra volersi far carico”. A parlare è Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino). Oggetto della riflessione è via Dente del Pasubio, una piccola strada che collega però due arterie importanti, come via Castagnevizza e via Monte Cadria, nella cosiddetta zona dei cantieri navali.

picture

“Ormai sono passati mesi, forse anni, da quanto è stata chiusa per un avvallamento che creava pozze d’acqua durante la stagione invernale. Poi però, a parte la chiusura, nessun intervento. Si è pensato di mettere le barriere, e arrivederci. Non è così che si risolvono i problemi, né tantomeno è corretto farlo su un settore, come quello della viabilità interna, che incide notevolmente sugli spostamenti dei residenti.

Capisco l’emergenza – prosegue Russo D’Auria – e la condivido. Se c’è un pericolo bisogna intervenire in maniera rapida e a volte drastica. Non capisco però l’abbandono successivo, il fatto che una vola posizionati gli ostacoli ci si comporta come se il problema fosse risolto. Mi auguro che chi di competenza prenda in carico questa segnalazione e programmi un intervento risolutivo in una zona poco vista ma non per questo meno importante”.