Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

La pallanuoto italiana per Genova, una partita per il Centenario e per il ricordo della tragedia del Ponte Morandi, Rudic: “Sensibilizziamo l’opinione pubblica”

Presentano la manifestazione, i protagonisti storici della pallanuoto italiana. All Stars contro il Settebello di Campagna, in preparazione dell’Europa Cup. Partita di solidarietà e di alto livello mediatico

Il Faro on line – Il commissario tecnico Alessandro Campagna e il suo vice Amedeo Pomilio sulla panchina del Settebello; i tecnici Ratko Rudic e Alessandro Bovo su quella della selezione All Stars.

I quattro campioni olimpici di Barcellona 1992 e autori del Grande Slam presentano l’evento di martedì 2 ottobre in programma dalle ore 18 alla Piscina Sciorba, a Genova.

Al coro si unisce il portierone campione del mondo, argento e bronzo olimpico col Settebello e pluricampione d’Europa con la Pro Recco, nato a Prato e ligure di adozione, Stefano Tempesti.

Italia-All Stars con tanti campioni in vasca e gli amici di una vita.

Alessandro Campagna: “Sarà una festa. Però, come sempre, sarà meglio vincere e rinfrescare schemi e gioco in vista della partita che tra due settimane ci vedrà opposti al Montenegro nel primo turno di Europa Cup”.

Amedeo Pomilio: “Sarà una partita di altissimo livello. Un evento che unisce tutti per una due giorni di festa e di solidarietà”.

Ratko Rudic: “E’ l’evento più appropriato per festeggiare il centenario del campionato, ma soprattutto per ricordare la tragedia che il 14 agosto ha sconvolto l’Italia e ferito a morte la città di Genova. Ma anche questa partita serve per ricominciare. In entrambe le squadre ci sono grandi giocatori che hanno un forte peso mediatico e che possono contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale”.

Alessandro Bovo: “Ritengo giusto, importante, che la partita si giochi a Genova in questo momento storico che attraversa la città. Lo dico da italiano ancor prima che da genovese. Questo tipo di manifestazione, che rappresenta anche un’ottima promozione per il nostro sport, può fare molto di più di quanto si possa immaginare. Inoltre è l’occasione per rivedere tanti amici con cui ho giocato tante partite e condiviso momenti speciali della carriera e della vita. Una giornata di sport, di solidarietà e di emozioni forti”.

Stefano Tempesti: “La partita sarà un grande evento e bisognerebbe organizzarne molti di più per promuovere il nostro sport  anche attraverso i grandi campioni della nazionale e i grandi atleti stranieri del campionato: sinonimo di spettacolo e bel gioco”.

Fonte : Federnuoto.it