Seguici su

Cerca nel sito

Unipomezia, Ciaramelletti a Morelli: “Entro e ti faccio segnare”

Dalla tribuna al ritorno in campo dopo la rottura del crociato anteriore. L'esterno si è reso subito protagonista regalando l'assist al numero 32

Pomezia – Ennesima dimostrazione di forza per l’Unipomezia di mister Baiocco che, dopo la goleada al Vescovio in Coppa Italia, si è ripetuta in campionato surclassando letteralmente il Città di Palombara.

Il finale del Comunale parla chiaro, un 5-0 figlio delle reti di Casciotti a fine primo tempo, di Delgado, Cotta, Spinola e Morelli nella ripresa. Festa doppia in casa rossoblù visto che negli ultimi minuti è tornato ad assaporare il terreno di gioco Cristian Ciaramelletti.

Il destino ha voluto che fosse proprio l’esterno ad entrare e a servire l’assist, al bacio, per l’incornata di Emanuele Morelli. Proprio così, perché inizialmente Ciaramelletti sarebbe dovuto andare in tribuna, tant’è vero che non aveva neanche gli scarpini. Ma l’infortunio alla schiena di capitan Valle nel riscaldamento ha aperto le porte della panchina proprio al centrocampista e non finisce qui, visto che in fase di riscaldamento aveva detto a Morelli: “Entro e ti faccio segnare”. Come poi è accaduto realmente. L’Unipomezia ha dunque ritrovato uno dei giocatori simbolo del recente passato, con l’esterno che commenta così la sua particolare domenica. “Sì, diciamo che è stata una giornata sicuramente inaspettata. Sarei dovuto andare in tribuna ma purtroppo Federico ha avuto un problema e il mister mi ha portato in panchina. Chiaramente il mio ingresso in campo è stato facilitato dal risultato che avevamo acquisito, anche perché non sono ancora al meglio a livello atletico avendo saltato tutta la preparazione. Gli ultimi sono stati mesi difficili, l’infortunio al ginocchio mi ha tenuto fuori per molto tempo e tornare a calcare il campo è stata una grandissima emozione e che aspettavo da tempo”.

E riguardo l’aneddoto con il Moro il centrocampista afferma: “Scherzando nel riscaldamento avevo detto ad Emanuele che l’avrei fatto segnare, ma non mi aspettavo che sarebbe successo realmente. Sono contento perché è stata una domenica carica di emozioni, la squadra ha giocato un’ottima partita e dovrà essere sempre così, anche in trasferta dove finora non abbiamo ancora vinto. Domenica prossima affronteremo un Montalto ultimo, ma proprio per questo dovrà muovere la classifica. Dunque sarebbe un errore sottovalutarlo. Stiamo dimostrando tutto il nostro potenziale e dobbiamo continuare a farlo in ogni partita”.

(Il Faro on line)