Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Suburra, in forse la messa in onda in autunno. Mannucci: “Effetto della nostra diffida”

Attesa dei fans per la seconda stagione della serie tivvù Suburra: la diffida dei legali di Ostiamor all’origine dello slittamento della messa in onda?

Ostia – Suburra La serie 2 non sarà trasmessa in autunno. E probabile che la messa in onda su Rai 2 avvenga a gennaio 2019. Alla Rai e presso le produzioni che hanno realizzato le riprese si nutre preoccupazione per la diffida legale inoltrata dal gruppo di legali di Ostiamor, l’associazione del Centro storico della cittadina balneare.

Com’è noto Suburra, la serie televisiva tratta dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, tra le ambientazioni della sceneggiatura riserva una parte importante a Ostia e nell’estate appena trascorsa numerose sono state le location adottate dal regista tra lungomare,  il Pontile, l’ex Enalc Hotelpiazzale dell’Aquilone,  l’Idroscalovia della Marina  e lungomare Duca degli Abruzzi. Il fatto che, dopo la lunga stagione di clamore mediatico, si insista a dare di Ostia una rappresentazione sopra le righe e palesemente artefatta, neanche minimamente paragonabile a luoghi di controllo militare mafioso come ad esempio Scampia, Casal di Principe, Locri o Corleone, ha irritato il gruppo di commercianti e professionisti di Ostiamor che, attraverso l’avvocato Domenico Stamato, ha diffidato la Commissione parlamentare di vigilanza della Rai dall’autorizzare la messa in onda della fiction. L’ipotesi è che la fiction causi un danno d’immagine.

Un momento delle riprese all'Idroscalo, in via degli Aliscafi

Un momento delle riprese all’Idroscalo, in via degli Aliscafi

Rendere riconoscibile Ostia in una fiction che falsa la cronaca ad uso e consumo della narrazione televisiva – spiega l’avvocato Italo Mannucci, presidente di Ostiamor – è diffamatorio. Abbiamo chiesto l’eliminazione di ogni riferimento alla nostra città. Siamo pronti a valutare una richiesta di risarcimento danni e a procedere ai sequestri conservativi presso la Procura della Repubblica di Roma. L’individuazione di Ostia come terra di malavita e di malaffare in questo caso non significa esercitare un diritto di cronaca ma inventare una storia e abbinarla ad un territorio esistente. Le conseguenze sono evidenti e carico dell’intera collettività soprattutto in termini di abbattimento del valore degli immobili e delle imprese comportando notevoli danni patrimoniali.

Il nuovo presidente del CCN Centro storico di Ostia, avvocato Italo Mannucci

Il presidente del CCN Centro storico Ostiamor, avvocato Italo Mannucci

Secondo rumors Suburra La Serie 2 avrebbe dovuto andare in onda su Rai 2 a novembre 2018 ma l’avvio del lancio e l’organizzazione del palinsesto si sarebbe bloccato.  Dalla Rai non si conferma né si smentisce ma indiscrezioni vogliono che la programmazione della fiction sia stata spostata a metà gennaio. “La nostra diffida è arrivata e i vertici dell’azienda stanno valutando il da farsi – dichiara Mannucci – Siamo intransigenti e siamo disposti ad andare fino in fondo per difendere il nome e l’immagine di Ostia”.