Seguici su

Cerca nel sito

Lazio – Fiorentina. Mister S. Inzaghi: ‘Ora dobbiamo reagire. Servono fame e cattiveria’.

Alle Aquile della Capitale serve una vittoria per dimenticare in fretta le cadute in Campionato ed Europa League

Più informazioni su

Calcio – A poche ore dall’incontro con la Fiorentina, prima della sosta per dare spazio alla Nazionale, la Lazio si appresta ad affrontare in casa una nuova sfida tra incertezze che hanno caratterizzato gli ultimi due match, quello all’olimpico di otto giorni fa contro la Roma nella settima giornata di campionato e quello in Germania, contro l’Eintracht Frankfurt in Europa League. “Ora dobbiamo reagire. Servono fame e cattiveria“- dichiara Simone Inzaghi.

Sarà un gara difficilissima, da giocare con il cuore ed anche con la testa. Mister Inzaghi non ammette più errori e dichiara -“Basta con i cali di concentrazione“.

E si!!!…E’ una cosa che nelle ultime conferenze stampa gli abbiamo sentito dire spesso. Ma, cosa può fare di più l’allenatore laziale se ad andare in campo sono i giocatori? Purtroppo, abbiamo sentito molte critiche anche su di lui che, sinceramente, ci sembrano eccessive. Non possiamo dimenticare che questa persona ha fatto fare alla sua squadra lo scorso anno un campionato di alto livello e che solo gli eventi che ben tutti conoscono, ne hanno bloccato l’accesso in Champion League; così come la semifinale di Europa League, sfuggita per un soffio.

Ora, è inevitabile che ci sia apprensione per questa gara che sembra decisiva per la Lazio e forse è anche per questo che, probabilmente, vedremo fare delle scelte da Inzaghi che hanno l’obiettivo di stimolare i propri ragazzi anche attraverso la trasformazione delle gerarchie all’interno della squadra. Gioca chi è più in forma e chi garantisce umiltà, impegno, continuità e voglia di far bene.

E’ quindi possibile oggi, che in campo scenderà Caicedo dal primo minuto al fianco di Immobile. Questo starebbe a significare che Luis Alberto è il primo “silurato” dei “senatori”. Vedremo!!!

E’ plausibile pensare che in questo modo, il Mister dei bianco celesti, voglia mandare un messaggio a tutta la squadra: nessuno deve sentirsi sicuro del posto.

 

InzaghiSimoneS. Inzaghi: “Voglio fame, ora basta con i cali di concentrazione!!!” – Inizia così la conferenza stampa di Mister Inzaghi. Ci vuole sempre fame, l’avevo detto dopo il derby. A Francoforte abbiamo commesso diversi errori individuali, la partita l’ha chiusa l’arbitro con quei due rossi. Sicuramente servono fame e cattiveria, la Fiorentina farà di tutto per renderci la giornata complicata. Nessuno è soddisfatto, abbiamo perso un derby importante per noi e per i tifosi, a Francoforte uguale. Venivamo da 5 vittorie consecutive, in campionato siamo a 3 punti dalla seconda, in Europa League siamo secondi e abbiamo ancora la qualificazione nelle nostre mani. Ora dobbiamo reagire. Nel calcio i giudizi cambiano in fretta, lo sappiamo. Ora dobbiamo ribaltare la situazione

 

PioliPioli: Nella conferenza stampa di ieri, a chi chiede a Pioli se la sua Fiorentina inizia a mettere paura ad altre squadre, il Mister dei Viola risponde così: “Non lo so e non voglio commentare le parole degli altri allenatori come Gasperini, Spalletti o Allegri. La nostra deve essere una crescita continua perché siamo una squadra giovane. Vogliamo toglierci delle soddisfazioni, di quello che dicono gli altri non mi interesso”. Pensiamo a come staremo in campo. Dobbiamo creare difficoltà ai nostri avversari continuando con la nostra filosofia ovvero fare gioco e creare occasioni. A volte cambiamo anche durante le partite. La Lazio abbina qualità tecnica a prestanza fisica“. E alla domanda se dovesse arrivare una vittoria a Roma? Commenta in questo modo: “Non mettiamo il carro davanti ai buoi. Dobbiamo continuare a fare prestazioni in sintonia con le nostre caratteristiche e le nostre qualità. La nostra ambizione è quella di migliorare il campionato scorso ed essere pericolosi in ogni partita. Ci concentriamo solo sulla gara di domani che arriva prima della sosta e sarà delicata e importante. Il nostro futuro sarà deciso dai nostri risultati“. Pioli poi, si pronuncia anche su Badelj. “Gli ho voluto molto bene, – dichiara il Mister – è stato un riferimento sia prima che dopo la tragedia che ci ha colpito. Ci ho provato ma sia lui che noi abbiamo fatto altre scelte. Credo di avergli dato qualcosa e sono sicuro di aver preso qualcosa da lui, sono felice di ritrovarlo“.

 

Probabili formazioni LAZIO – FIORENTINA

Lazio_Schema_3-5-2Lazio (3-5-1-1) 3-5-2: Stakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Caicedo; Immobile.

Allenatore: S. Inzaghi

Indisponibili: Lukaku, Durmisi

Squalificati:

Napoli_Schema_4-3-3Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Vitor Hugo, Pezzella, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Chiesa, Simeone, Pjaca. Allenatore: Pioli

Indisponibili:

Squalificati:

Più informazioni su