Seguici su

Cerca nel sito

Buenos Aires 2018, i pesisti azzurri in gara, oggi è il turno di Giulia Imperio: “Esperienza unica, darò anima e corpo!” foto

Sono carichi gli atleti tricolori, nella loro prima esperienza a Cinque Cerchi. Con le loro medaglie europee in palmares punteranno al podio. Nella serata italiana, Giulia Imperio in gara. Venerdì tocca a Ficco

Il Faro on line – Avrà inizio oggi stesso l’avventura olimpica per Giulia Imperio e Cristiano Ficco, i due giovanissimi azzurri che rappresenteranno l’Italia dei pesi ai Giochi di Buenos Aires.

La prima a salire sulla pedana argentina sarà la grottagliese Imperio, impegnata nella categoria fino a 48 kg, in gara alle 16.00 ore locali, le 21.00 in Italia. La 17enne azzurrina cercherà di migliorare i 151 kg sollevati a luglio a Milano agli Europei Giovanili che le valsero l’argento nel totale: “Sono elettrizzata! E’ un’esperienza unica, che capita poche volte nella vita di un’atleta. Per questo devo dare il tutto per tutto, anima e corpo!”.

Venerdì alle 18.00, le 23.00 in Italia, sarà in vece il turno di Cristiano Ficco, impegnato nella categoria fino a 85 kg. Cristiano è reduce dall’oro ai Campionati Europei di luglio con 319 kg di totale (oro di strappo per lui con 155 kg e di slancio con 169) e a Baires tenterà di confermarsi. “Sono emozionato ma la vera ansia so già che arriverà un’ora prima della gara. E’ una grande responsabilità essere la persona che rappresenterà l’Italia sulla pedana olimpica e spero di soddisfare le aspettative di tutti. Spero di salire sul gradino più alto del podio”.

“Vediamo di portarci a casa quello che ci è dovuto!”. Carica i suoi ragazzi il Direttore Tecnico Sebastiano Corbu che accompagna Giulia e Cristiano in questa avventura olimpica. “I ragazzi stanno bene, sono in forma. Hanno fatto un grande lavoro iniziato 2 anni fa, subito dopo i Campionati Mondiali giovanili in Thailandia. Giulia e Cristiano hanno ottime possibilità, poi ovviamente bisogna vedere quello che succede sulla pedana olimpica, ogni gara è a sé; impossibile e inutile fare pronostici sia sulla forma degli avversari sia su quello che sarà la nostra prestazione. Andremo sicuramente a far bene e a far sventolare la nostra bandiera”.