Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Lungomare degli ardeatini, un fiume in piena ad ogni pioggia

Alcuni pozzetti e caditoie a fessura risultano ancora pieni di sabbia

Ardea – L’Associazione di Volontariato ONLUS no profit “RivalutiAmo Marina di Ardea” in attesa che il Comune provveda a risolvere definitivamente il problema dell’allagamento da acqua piovana del Lungomare degli Ardeatini e di tutte le altre strade che lo attraversano, ad esempio: Via Bologna, Via Chieti, Via Catanzaro, Via Aosta, Via Agrigento, ecc., come da nostre proposte protocollate, ha presentato al Comune l’istanza Prot.llo n. 0052101 del 10/09/2018, al fine di poter migliorare momentaneamente il drenaggio dell’acqua piovana.

Con sorpresa, abbiamo appreso tramite nota del Comune di Ardea che lo stesso ha dato il mandato all’ente Igiene Urbana di ripulire tutti i pozzetti su Lungomare degli Ardeatini, i cui lavori sono iniziati il 29/09/2018.

Ma, con la forte pioggia di questi giorni abbiamo notato che non è cambiato niente, il Lungomare ha continuato ad essere il classico “torrente in piena“.

L’Associazione fa presente all’Ufficio comunale competente che è vero che alcuni pozzetti sono stati puliti, ma la sabbia lasciata da circa una settimana, sul marciapiede a ridosso delle caditoie con la pioggia di questi giorni, in gran parte è già rientrata nei pozzetti.

L’Associazione a tal proposito lamenta e fa presente all’Ufficio preposto, l’inutilità di questo lavoro eseguito solo su alcuni pozzetti e non su tutti, quindi dovrà essere ripetuto e completato. Ovviamente, con un’aggravio di costo che ricade direttamente agli utenti cittadini.

Possibile che non c’è nessuno che controlla i lavori?

A dimostrazione che molti pozzetti non sono stati puliti, vedere foto scattate questa mattina 09/10/2018, i pozzetti e le caditoie a fessura risultano quasi tutti pieni di sabbia.

A tal proposito, questa mattina, l’Associazione ha ripresentato l’ennesima Richiesta (Prot.llo n. 0057606 del 09/10/2018), relativa all’urgenza dei “lavori risolutivi e definitivi” e non più tentativi per poter migliorare bene o male il drenaggio delle acque pluviali.

(Vedere Richiesta Prot.llo n. 0057606 del 09/10/2018 in allegato).

Il Presidente Michele Di Stefano

 

(Il Faro on line)