Seguici su

Cerca nel sito

Buenos Aires 2018, arrivano le medaglie dalla vela, Speciale e Renna sul podio olimpico: “Siamo molto felici” foto

Una rivincita per il movimento azzurro, dopo la delusione del 2014. Un oro e un argento da festeggiare. I due giovani atleti in gare senza fiato fino alla fine. l’Italia Team applaude

Il Faro on line – Venerdì 12 ottobre 2018 diventa una giornata speciale per la vela giovanile azzurra, con le medaglie conquistate agli Youth Olympic Games di Buenos Aires da Giorgia Speciale e Nicolò Renna esulta tutto il movimento velico italiano, voglioso di rivalsa dopo l’edizione non fortunata di Nanchino 2014. I successi dei due giovani atleti sono dimostrazione del grande lavoro fatto dalla Federazione per supportare e dare sempre più spazio ai giovani.

Giorgia Speciale (SEF Stamura) è la nuova campionessa olimpica giovanile della classe Techno 293 Plus femminile. La settimana è iniziata nel migliore dei modi per Giorgia che è riuscita a conquistare la testa della classifica e da lì nessuna è più stata in grado di schiodarla. In tutte le regate fatte, la ragazza di Ancona, è uscita dal podio una sola volta, nell’undicesima. Il suo ruolino di marcia infatti parla chiaro, 1, 1, 3, 3, 2, 1, 2, 3, 3, (4), 1; questi risultati l’hanno portata a trionfare nella manifestazione più importante e prestigiosa della stagione. Si arrendono al talento dell’azzurra, la francese Manon Pianazza, medaglia d’argento e la russa Yana Reznikova, medaglia di bronzo. Con questo titolo olimpico, Giorgia va ad impreziosire il suo già brillante 2018 fatto di 4 ori – Campionato Europeo Techno 293 Plus, Campionato del Mondo Giovanile RS:X, Campionato del Mondo Techno 293 e Europeo RS:X – e 1 bronzo – Campionati Mondiali Vela Giovanile.

Giorgia Speciale, campionessa olimpica giovanile Techno 293 Plus:
“Sono super emozionata, super felice, non riesco a descrivere l’emozione. È stata una settimana dove ho affrontato le regate come se fosse una regata normale, questo mi ha dato molta tranquillità e forse è stato proprio questo il segreto. Altra componente fondamentale è stata la preparazione che abbiamo fatto precedentemente con tutti gli allenatori di circolo, con gli allenatori federali; gli allenamenti collegiali sono stati veramente utili e penso che tutto questo sia stato il segreto del successo”.

Nicolò Renna (CS Torbole) vince la medaglia d’argento ed è vice campione olimpico della classe Techno 293 Plus maschile. Qualche sbavatura di troppo e un avversario in grande spolvero – il greco Alexandros Kalpogiannakis – non hanno permesso al giovane roveretano di salire sul gradino più alto del podio, ma vincere un argento olimpico è sempre motivo di orgoglio e soddisfazione sia per Nicolò che per tutta la vela italiana. La settimana di Nicolò era iniziata con un terzo posto che l’azzurro è stato bravo e determinato a tramutare in secondo. La medaglia d’oro va al greco Alexandros Kalpogiannakis e quella di bronzo al britannico Finn Hawkins. L’argento olimpico è solo l’ultimo dei successi ottenuti da Nicolò nel 2018, si va ad aggiungere infatti all’Oro del Campionato Europeo Techno 293 Plus, al Bronzo del Campionato del Mondo Giovanile RS:X, all’argento dei Campionati Mondiali Vela Giovanile e all’oro del Campionato del Mondo Techno 293.

Nicolò Renna, medaglia d’argento Giochi Olimpici Giovanili Techno 293 Plus:
“Tutta la settimana è andata bene, sono molto contento, anche se il vento è stato oscillante e leggero e io preferisco un po’ più di pressione. Sono soddisfatto della mia prestazione, ce la siamo giocata con il greco fino all’ultima regata e lui ha sbagliato meno di me durante la settimana, ha sbagliato in tutto una sola prova ed io ne ho steccate due e a quel punto si è allungato in classifica. Ho tentato il tutto per tutto ma non è andata bene. Sono contentissimo e ora mi godo questa medaglia”.

Alessandra Sensini, vice presidente Coni e direttore tecnico giovanile Fedeverla:
“Bello che siano arrivate le prime due medaglie dalle tavole a vela, è il settore dove abbiamo potuto avere una continuità nel tempo. Giorgia e Nicolò sono cresciuti sul Techno e adesso stanno passando all’RS:X. In questi anni è stato fatto un lavoro coordinato con gli allenatori di circolo e la Federazione che sta dando i suoi frutti. È un risultato che rimane e che servirà da esempio per il futuro. Sono molto contenta perché vedo una crescita in prospettiva ed è questo che mi dà più soddisfazione”.

Mauro Covre, tecnico federale:
“L’obiettivo era quello di mettere in difficoltà in partenza il greco e scappare via, ci siamo quasi riusciti, ma Nicolò è entrato in uno scarso e non siamo poi riusciti a concretizzare il piano. Abbiamo fatto scelte tattiche opposte a quelle del greco per provare a scompaginare un po’ le carte ma non ci siamo riusciti. Giorgia ha fatto una regata perfetta, c’era più vento rispetto ai ragazzi e lei è partita subito molto bene, ha guadagnato sempre più vantaggio anche facilitata dal fatto che dietro erano in bagarre per difendere il secondo e terzo posto andando a tagliare la linea d’arrivo con un bel vantaggio.”