Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

“Lose for Life”, a Fregene la presentazione del libro contro la piaga del gioco d’azzardo

Galluzzo: "Un primo passo verso la sensibilizzazione nei confronti di un fenomeno che produce danni alle persone ed alle loro famiglie"

Fiumicino – Sabato 20 ottobre alle ore 18 presso la Biblioteca Gino Pallotta in viale della Pineta 140 a Fregene sarà presentato il libro “Lose for Life – Come salvare un Paese in overdose da gioco d’azzardo”, curato da Claudio Forleo e Giulia Migneco.

Saranno presenti, oltre all’autore Forleo, la delegata del sindaco alla Legalità Arcangela Galluzzo, Guglielmo Masci, responsabile scientifico del progetto SOSAzzardo, modererà il giornalista di Avvenire Vincenzo Spagnolo.

“Questo – dichiara la delegata Galluzzo – è un primo passo verso la sensibilizzazione nei confronti di un fenomeno dilagante che produce danni alle persone ed alle loro famiglie e costituisce terreno fertile per la criminalità organizzata. ‘Lose for Life’ è un progetto di Avviso Pubblico, associazione nazionale degli Enti Locali e delle Regioni per la formazione civile contro le mafie con il quale abbiamo organizzato questo incontro”.

“Nonostante la consapevolezza sui rischi connessi al fenomeno cresca in tutto il Paese – spiega Avviso Pubblico – quella che in Lose For Life definiamo overdose da azzardo non si arresta. Nel 2017 in Italia abbiamo sfondato il muro dei 100 miliardi di euro di giocate e le proiezioni sul 2018 ci dicono che ritoccheremo ulteriormente il nostro record negativo.

È fondamentale per questo agire non solo a livello normativo, ma incidere dal punto di vista culturale. Raccontare l’azzardo per quello che è: un gioco che non vale la candela. In Italia, questo, significa affrontare un argomento delicato e complesso. La dipendenza che investe decine di migliaia di persone, gli enormi affari delle mafie che attraverso il gioco legale riciclano una valanga di denaro.

Lo Stato deve assumere piena contezza che a fronte dei 10 miliardi che incassa ogni anno dall’azzardo, almeno altrettanti si perdono in costi sociali, sanitari e criminali. Nessuna regione, nessun territorio può dirsi immune. È un tema che ci coinvolge tutti”.

Il libro

Una rivoluzione culturale contro il gioco patologico e le mafie: buone politiche per la salute e la legalità.

Il gioco d’azzardo in Italia: una scommessa truccata. Un business da quasi 100 miliardi l’anno per migliaia di imprese e lavoratori, che sembra arricchire anche l’erario. Ma chi paga il drammatico conto sanitario, economico e sociale? Dietro il caleidoscopio di slot machine e lotterie si nasconde l’inferno delle dipendenze patologiche, la perdita del lavoro e della dignità, la rovina di intere famiglie.

Non solo: le mafie – fiutati i soldi facili dell’azzardo legalizzato – si sono infiltrate nel sistema. Un saggio attuale e autorevole, ricchissimo di dati, che grazie al contributo di alcuni tra i maggiori esperti spiega, in modo semplice e concreto, che cos’è veramente il gioco d’azzardo e cosa si può fare per promuovere efficaci politiche di prevenzione (e plasmare un nuovo approccio culturale), a partire dai territori e dalle esperienze locali.